L’attesa e finita: Cantù e Varese pronte alla sfida

Alle 20,15 scatta la serie dei quarti di finale playoff. Un confronto storico ma sempre attuale tra le due grandi provinciali del basket italiano

Come in un incontro di pugilato, visto che coincidono anche i colori – Cantù all’angolo (bianco) blu, Varese all’angolo (bianco) rosso – Bennet e Cimberio sono pronti a salire sul ring dei quarti di finale per lo scudetto in un incontro che si disputa in cinque riprese. Per passare bisogna aggiudicarsene tre, con la prima in programma tra poche ore a Cucciago (20,15, diretta SkySport2), casa dei brianzoli dove il fattore campo resiste da inizio stagione, a parte il match con Siena.
 

LE SQUADRE – L’ultima partita di campionato, giocata solo domenica scorsa, non ha dato le esatte indicazioni per affrontare la partita né a Trinchieri né a Recalcati (nella foto: Talts e Leunen). Troppe le assenze della Cimberio per mostrare un vero assetto della squadra biancorossa, troppa la voglia della Bennet di chiudere i conti e insediarsi al secondo posto, tanto che i brianzoli hanno pagato la situazione nei minuti iniziali. Cantù e Varese sono tutto sommato complessi simili: panchina abbastanza profonda, possibilità di aggiungere o togliere uno straniero, nessun “leader maximo” ma molti uomini in grado di decidere una singola partita.
Trinchieri ha a disposizione l’intera rosa, ha riattivato in pieno un Markoishvili già decisivo domenica e galvanizzato dal rinnovo fino al 2013 e può ruotare nove uomini con minutaggi importanti. Recalcati decide solo all’ultimo momento chi portare in panchina: Slay, Fajardo e Stipcevic ci saranno senz’altro, per Rannikko e Kangur sarà una sorpresa dell’ultim’ora. Nel caso, Serapinas andrà tra i 12 convocati.
 
LA STORIA – Sembra incredibile, ma la sfida Varese-Cantù non è incrocio da playoff. L’unico precedente da quando sono stati introdotti gli spareggi è quello delle semifinali del ’90 tra la Ranger di Sacco e la Vismara di… Carlo Recalcati. Finì 2-0 e Varese filò in quella finalissima rovinata dal crac al ginocchio di Meo Sacchetti; Corny Thompson dominò la breve serie, con 52 punti e 29 rimbalzi in due gare (!). Averne uno così, oggi, farebbe tutta la differenza del mondo.
In totale il bilancio è di 80 vittorie a 44 per la società biancorossa; Varese-Cantù fu anche finale europea nel 1980 per l’allora Coppa delle Coppe e venne vinta dalla Emerson di Dodo Rusconi. Il campo? Quello di Milano, giusto per completare la triade delle grandi lombarde.
Nell’era playoff Varese ha vinto tre volte lo scudetto, nel ’77, ’78 e ’99; Cantù invece è ferma al titolo del 1981 in finale con la Synudine Bologna. Per i biancorossi questa è la 25a partecipazione ai playoff; due in più (27) per i brianzoli che hanno il record di semifinali raggiunte, ben undici.
 
striscione tifosi basket varese cavalcavia erbamolle 2011I TIFOSI – Caldi, rumorosi, appassionati, i tifosi di Cantù dovranno alzare ancora di più il volume al Pianella (dove tutto rimbomba) perché finalmente è stato concesso l’ok per la presenza di 150 sostenitori di Varese che arriveranno con i pullman organizzati dalla Gioventù Biancorossa. L’abbiamo già detto e lo ripetiamo: sarà un esame di maturità per tutti e in primis proprio per gli ultras, quindi l’invito è quello di evitare probleme. Nel settore varesino opereranno anche alcuni steward del PalaWhirlpool proprio per evitare ulteriori frizioni. L’ultimo precedente ai playoff non è edificante, ma è lontanissimo nel tempo: nel 1990 la semifinale fu interrotta sul +10 Ranger per un diluvio di monetine sul parquet… Intanto sui cavalcavia che circondano la Città Giardino sono comparsi alcuni striscioni come quello che vi proponiamo in foto: «Non ci sto dentro più: finalmente Cantù».
 
Bennet Cantù – Cimberio Varese (probabili formazioni)
Cantù: 5 Micov, 8 Ortner, 9 Markoishvili, 10 Leunen, 11 Marconato, 12 Mazzarino, 13 M. Mian, 16 Broggi, 17 Diviach, 18 Tabu, 19 Maspero, 21 Green. All. Trinchieri.
Varese: 4 Demartini, 5 Goss, 6 F. Mian, 7 Rannikko, 8 Talts, 9 Righetti, 10 Galanda, 13 Bernardi, 14 Kangur (Serapinas), 18 Fajardo, 20 Stipcevic, 35 Slay. All. Recalcati.
Arbitri: Cerebuch, Mattioli, Barni.

Serie AIl quadro playoff

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.