La materna compie 120 anni: si fa festa tra storia e giochi

La scuola Umberto I festeggerà da sabato 28 maggio il suo importante traguardo. Nata per aiutare le donne impiegate in tessitura, risponde ancora oggi ai bisogni delle famiglie

La scuola materna di malnate ex Umberto IEra il 21 aprile 1928, il Natale di Roma, quando venne posta la prima pietra dell’attuale sede della Scuola Materna di Malnate. Ma la storia dell’asilo Umberto I inizia decisamente prima, centoventi anni fa, in un altro edificio, quello che oggi ospita diversi uffici comunali in via Matteotti: i primi alunni entrarono in classe il 18 maggio 1891.
Anzi, ad essere precisi, la storia di questa istituzione prende le mosse ancora prima, circa un decennio prima, quando in paese si iniziò a discutere dell’opportunità di costituire un asilo dedicato alla memoria dell’eroe del momento, Giuseppe Garibaldi, morto nel 1882. L’asilo era ormai un’esigenza: molte le donne impiegate nelle tessiture della zona che chiedevano un aiuto per i propri figli.

Così, da 120 anni, la materna di Malnate è al fianco dei suoi cittadini, e, pur superando difficoltà e cambiamenti ( dalle suore canossiane a istituto Ipab a Fondazione ), ancora oggi accoglie 113 bambini ( dal prossimo anno 130) ed è la più popolosa scuola dell’infanzia dopo quella statale di Gurone.

La storia ultra centenaria della materna ex Umberto I sarà il tema della serata di sabato 28 maggio alle 20.45, organizzata dal Consiglio di Amministrazione dell’asilo, nell’Aula Magna della Scuola Media di Malnate: attraverso lo sviluppo dell’industria, due conflitti mondiali, il ventennio fascista, gli anni della ricostruzione e del boom economico, si snoda la storia dell’Umberto I, riflettendo, di volta in volta, i cambiamenti del contesto storico nelle vicissitudini di una ‘storia minima’, come quella che ha per protagonisti i bambini e il loro asilo, che ancora una volta ha catalizzato l’attenzione e l’impegno dell’associazione culturale l’Accademia dei Curiosi di Malnate.

«La nostra associazione – fanno sapere dall’Accademia dei Curiosi – ha sempre mostrato grande interesse per le vicende umane del nostro territorio, l’essenza più vera della Storia con la S maiuscola: non sono i grandi personaggi e i grandi avvenimenti a offrirci lo spunto per i nostri lavori. Ancora una volta la squadra dell’Accademia dei Curiosi si è messa all’opera sondando un argomento che, come al solito, non ha risparmiato sorprese». In programma anche l’intrattenimento musicale a cura dei Fisarmonicisti Città di Varese e la Sfilata in abiti storici delle Bambine e dei Bambini. Al termine torta e brindisi

Un momento di festa degli anni scorsiCinque sezioni, con dieci maestre più cuoca e aiuto cuoca, tre inservienti e due amministrativi sono i numeri di una scuola che, da tre anni a questa parte, si è resa ancora più flessibile per venire incontro alle esigenze delle famiglie: con il campo estivo, di fatto, la materna lavora 12 mesi, garantendo accoglienza e attività ai bambini di tre anni e ai piccoli di prima e seconda elementare durante la pausa scolastica.

«La didattica è molto articolata – spiega il coordinatore Claudio Carrara – oltre alla programmazione ordinaria, abbiamo tanti laboratori e progetti specifici, come l’insegnamento della lingua inglese o il laboratorio musicale o quello dei racconti in musica. Per gli alunni di cinque anni, inoltre, c’è un programma di avvicinamento alle elementari con l’insegnamento delle scienze e dei prerequisiti».

Dopo la serata storica, la materna festeggerà dando spazio a bambini e genitori:

SABATO 11 GIUGNO dalle ore 14.30 presso la Scuola Materna FESTA DEI BAMBINI con i laboratori delle Insegnanti, animazione, giochi, gonfiabili, truccabimbi e merenda

DOMENICA 12 GIUGNO ore 10.15 partenza del corteo con Corpo Filarmonico Cittadino, sbandieratori e majorettes verso la Chiesa Parrocchiale, ore 11.15 Santa Messa, ore 12.30 pranzo presso la struttura di via Pastore, ore 14.30 animazione per i bambini 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.