La scuola materna Saporiti compie 50 anni

I primi festeggiamenti per l’asilo si svolgeranno domenica pomeriggio, tra ricordi e consegna di benemerenze

La Scuola Materna “Carlo Saporiti” si prepara a festeggiare i 50 anni di vita nella sede di via Mameli. In realtà il primo Asilo Infantile di Tradate inizia a funzionare nell’anno scolastico 1888/89 nella sede provvisoria di Via Sopranzi 10, dietro la chiesa prepositurale di S. Stefano. 50 anni per la sede dell’attuale dell’asilo, che saranno quindi festeggiati con una grande giornata domenica 15 maggio, dalle 17, tra ricordi e iniziative. .
 
Un po’ di storia (a cura di Rita Macchi, Presidente Scuola Materna Carlo Saporiti)
Il 2 giugno 1889 con Regio Decreto firmato da Umberto I viene approvato lo Statuto dell’Asilo Infantile predisposto dalla Congregazione di Carità, presieduta da Carlo Stroppa.
Della Congregazione di Carità facevano parte anche A. Zerbone, Brioschi Attilio, Masciocchi Domenico e il Parroco Don Antonio Malugani. Nasce così la scuola materna riconosciuta come istituto di pubblica assistenza e beneficenza (IPAB) a sostegno delle famiglie in difficoltà e delle madri lavoratrici. La scuola materna funziona sotto la guida delle “Suore della Carità della Beata Capitanio”. A seguito della numerosa frequenza venne costruita una nuova sede contemporaneamente al palazzo comunale e precisamente nel terreno definito “Prà mercaa” (attualmente vi sorge il Comando di Polizia Municipale) e dal 1919 la scuola venne guidata dalle “Suore della Carità dell’Immacolata Concezione” di Ivrea. La necessità di avere una scuola più grande che potesse sopperire alle numerose richieste si fa sempre più impellente, l’impegno di lavoro delle famiglie aumenta e si rende necessario un luogo adeguato per accogliere i loro bambini.
Sensibile a questa necessità, deciso a realizzare un luogo dove i bambini che sarebbero stati il futuro della popolazione tradatese ricevessero degna accoglienza, il Comm. Carlo Saporiti, con munifica donazione, permette la costruzione dell’attuale sede di Via Mameli (ex regina Margherita).
Il progetto viene affidato agli architetti Sandro Mazza e Luciano Perret ed il 24 settembre 1961 venne inaugurata la “Scuola Materna Carlo Saporiti” sotto la guida delle “Suore della Carità dell’Immacolata Concezione” che gestiscono la struttura fino al 1978.
In quegli anni l’amministrazione della scuola sembrava voler procedere alla municipalizzazione della scuola materna fino ad allora autonoma, colpendola nella sua identità e dal 1978 al 1982 la struttura ha un organico dirigenziale e didattico completamente laico.
La municipalizzazione, infatti, avrebbe fatto perdere alla scuola la sua specificità, il suo legame con la comunità e la sua ispirazione cristiana.
Il problema coinvolse tutta la comunità che, a seguito di varie trattative, ottenne il mantenimento della scuola materna autonoma, così come voluta dai fondatori. Nel 1982 venne chiamata alla Direzione della scuola Suor Agata Poli della “Comunità delle Suore Adoratrici del SS Sacramento” di Rivolta D’Adda. Da quel momento la scuola inizia a configurarsi nella forma attuale : una scuola materna autonoma convenzionata con il comune di Tradate.
Dieci sono i Presidenti che si sono avvicendati alla guida del Consiglio di Amministrazione dal 1961 ad oggi. Dal 2001 viene riconosciuta dal Ministero della Pubblica Istruzione Scuola Paritaria e dal 2003 diviene Fondazione che si propone esclusivamente la produzione di risultati di utilità sociale (Ente no-profit).
La nostra scuola risulta molto ben inserita nel territorio e mantiene relazioni con le altre attività presenti, non si chiude alla semplice gestione della sua funzione primaria, ma sa aprirsi ed interagire con tutte le realtà della città.
Credo di poter dire che la Scuola Materna Carlo Saporiti sia stata per Tradate “qualcosa di più” di una semplice scuola, ma un luogo di incontro e di crescita per intere generazioni e le loro famiglie.
La scuola ha saputo offrirsi con semplicità e disponibilità alla città attraverso le tante persone che hanno riversato in essa la loro professionalità, le loro competenze e le loro risorse.
Con l’aiuto di tutti, del Comune e della sua Amministrazione, delle Associazioni, di tutti i cittadini tradatesi, dei commercianti, degli artigiani, dei numerosi volontari, di tutti coloro che in vario modo oggi, come negli anni precedenti assecondando le nostre iniziative hanno permesso alla nostra scuola di continuare nel suo cammino educativo con il suo cuore giovane, onesto, aperto ed accogliente.     
 
Il programma della giornata: 
·        Ritrovo ore 17,00 presso la il salone della Biblioteca FRERA di TRADATE
·        Esibizione alunni ed ex alunni della scuola in varie discipline (canto – danza – musica )
·        Ricordo storico sull’origine della scuola
·        Consegna benemerenze
·        Aperitivo per tutti

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.