La storia dei monaci bambini e di Kenrap

Presentata nel film "Himalaya - Le chemin du ciel di Marianne Chaud" che verrà presentato domenica 22 maggio per la rassegna "Di terra e di cielo"

"Di terra e di cielo", la rassegna organizzata da Filmstudio’90, presenta l’appuntamento con la proiezione di "Himalaya – Le chemin du ciel di Marianne Chaud", Francia 2008, in francese sottotitolato in italiano. L’appuntamento è per domenica 22 maggio, alle 20.45, alla Sala ACP di Balerna (CH), sopra il ristorante la Meridiana.

Ambientato nell’arido e maestoso paesaggio delle montagne innevate dello Zanskar, la valle situata a 4000 metri di altitudine in India. Il film racconta la storia dei monaci bambini, e in particolare di Kenrap, un bimbo di otto anni che da quando ne aveva cinque è stato riconosciuto come la reincarnazione di un anziano monaco. Nelle stanze del monastero di Phukthal, a partire dalla toilette mattutina con l’acqua a -20°, durante il corso di filosofia, mentre lava i piatti o gioca con gli amici, fino ai pochi giorni di vacanza che trascorre in famiglia, la regista lo segue, parla con lui, si fa raccontare la sua vita. Si delinea così il ritratto di un bambino giocoso e felice, ma allo stesso tempo sicuro di essere un vecchio saggio. Un’importante testimonianza sulla vita quotidiana dei monaci buddisti.
Entrata libera. Per maggiori informazioni www.acpnet.org e www.filmstudio90.it.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.