La Yamamay di B2 combatte fino in fondo

Nell’ultima giornata biancorosse sconfitte in quattro set da Villata, che festeggia così la promozione. Vince soltanto Legnano, chiudono con un ko Castellanza, Cislago e Orago

A giochi ormai fatti su quasi tutti i campi, l’ultima giornata di campionato è solo una passerella per le formazioni varesine, spesso costrette a partecipare ai festeggiamenti altrui. In B1, chiusa già da tempo l’avventura di Villa Cortese, Castellanza chiude con una sconfitta la sua deludente stagione, che prelude con ogni probabilità a una rivoluzione in campo e in panchina. Perdono anche Cislago e Orago, retrocesse con largo anticipo. Negativo anche il bilancio della B2: Bodio conferma il suo penultimo posto, Legnano trova un’altra vittoria ad alimentare i suoi rimpianti per la mancata promozione. La Yamamay, una delle poche note positive della stagione, esce invece a testa alta dalla sfida con la neopromossa Villata.
 

A&P Olivieri Verona-Pallavolo Castellanzese 3-0 (27-25, 25-15, 25-22) – Un’altra sconfitta chiude l’avventura in campionato di Castellanza, al termine di una classica partita di fine stagione giocata senza particolari motivazioni da entrambe le squadre. Le neroverdi si presentano a Verona senza Orlandi e fanno ruotare tutte le giocatrici della rosa; emozioni solo nel primo set, quando Castellanza inizia malissimo (16-7), rimonta fino al 24-24 ma poi si fa sorprendere sul 27-25. Nel secondo e nel terzo set, invece, le padrone di casa prendono subito un discreto vantaggio e non si fanno più raggiungere.
Castellanza: Rizzelli 2, Vigato 12, Trezzi 7, Bottinelli 4, Manfredini 13, Montenegro 4, Accoto, Massarotto 2, Baldone. All. Buonavita.
 
Eas Italia Orago-Policart Padova 1-3 (17-25, 25-21, 23-25, 13-25) – Ennesimo ko per Orago che riesce però a strappare un set alla più quotata Padova. Clima quasi balneare ma, dopo il primo set nettamente vinto dalle venete, l’Eas Italia reagisce bene nel secondo e riapre la partita. Terzo set ancora combattuto ma nel finale Orago sbaglia troppo e consente a Padova di imporsi 23-25. Da quel momento in poi partita tutta in discesa per le venete, che dominano il quarto set e chiudono la stagione con un successo.
Orago: Gozzini, Colombo 10, Brunella 8, Danesi 6, Ferrara 6, Mazzaro 10, Parrocchiale (L), Filippin, Danielli 6, Castiglioni 4, Bernasconi (L2). All. Nastasi.
 
Cistellum Cislago-La Trentina Diatec Trento 0-3 (17-25, 12-25, 22-25) – Nell’ultima uscita stagionale, eccezionalmente sul campo di Mozzate, Cislago non riesce a fermare la corsa della capolista Trento, che eguaglia il record storico della categoria chiudendo la stagione senza neppure una sconfitta. Meroni dà spazio a chi ne ha avuto poco nel corso della stagione: Turconi, il secondo libero Mantaut e Cartabia, che ha saltato gran parte del campionato per infortunio. Anche Trento fa ruotare tutte le giocatrici a disposizione, ma il risultato nei primi due parziali non cambia: Cislago soffre in ricezione (25% di perfetta) e subisce 7 ace, le ospiti dominano. Nel terzo set la squadra di casa si risolleva soprattutto grazie al muro (7 punti) e tiene il vantaggio fino al secondo time out tecnico, ma deve arrendersi sul 22-25. La stagione di Cislago, comunque, non finisce qui: sabato 14 e domenica maggio la squadra di Meroni sarà ad Albese con Cassano per partecipare al memorial “Lisa Picozzi” in ricordo della palleggiatrice tragicamente scomparsa in settembre.
Cislago: Turconi 3, Cartabia 6, Girola 3, Moraghi 8, Bettoni 3, Sintich 7, Mantaut (L), Monne. N.e. Pagnin, Elli, Clerici, Meoni (L2), Moroni. All. Meroni.
 
Girone A – Classifica finale: Fontanellato 61; Casalmaggiore 59; Ornavasso 54; Parma, Vigevano 50; Cadelbosco 48; Vigolzone 47; Monza 46; Genova, Asti 36; Settimo T. 29; VILLA CORTESE 19; Reggio 10; Casale 1.
Fontanellato promossa in serie A2; Casalmaggiore e Ornavasso ai playoff promozione; Villa Cortese, Reggio e Casale retrocedono in B2.
Girone B – Classifica finale: Trento 75; Flero 64; Pisogne 60; Porcia 58; Verona 49; Udine 45; Forlì 43; CASTELLANZA 36; Rimini 29; Padova 28; Campagnola 23; San Donà 19; CISLAGO 12; ORAGO 5.
Trento promossa in serie A2; Flero e Pisogne ai playoff promozione; San Donà, Cislago e Orago retrocedono in B2.
 
B2 FEMMINILE – Ce la mette tutta la Yamamay Pro Patria per mettere i bastoni tra le ruote alla capolista Villata, ma alla fine arriva la sconfitta e le vercellesi festeggiano la meritata promozione in B1; per la squadra di Lucchini un nono posto che non riflette pienamente l’ottimo campionato disputato. Iniziano bene le bustocche (6-2), il Red Volley pareggia i conti sull’8-8 ma la Yamamay resta avanti (16-14, 20-17); in extremis le ospiti vanno all’aggancio, trascinano il set ai vantaggi e si impongono 28-30. Reagiscono bene le biancorosse: dal 5-8 al 16-13 nel secondo set, poi sul 21-21 lo sprint vincente per il 25-22 firmato da Spirito. Ma a Villata basta un punto per centrare l’obiettivo e nel terzo set, sul 19-18, arriva un break decisivo di 0-4: le piemontesi controllano e chiudono 22-25. Sull’onda dell’entusiasmo il Red Volley vince anche il quarto set (20-25) mettendo fine alla partita. Chiude con un altro successo la Focol Legnano, che batte per 3-1 Alba (25-20, 25-14, 19-25, 25-19) in una partita senza grandi motivi d’interesse per entrambe le formazioni; in settimana incontro tra Pacifico e la dirigenza per stabilire se proseguire il rapporto anche nella prossima stagione. Secca sconfitta infine per l’Aquatech Bodio, ormai certa del penultimo posto, sul campo di Trecate: un 3-0 (25-17, 25-13, 25-23) che non serve a nessuno, visto che le novaresi restano fuori anche dai playoff.
 
Classifica finale: Villata 65; Chieri 62; Trescore 59; Trecate 58; LEGNANO 50; Foppapedretti 42; Alba 38; Lecco 36; YAMAMAY 35; Pinerolo 29; Valbrembo, Bresso 24; BODIO 13; Vercelli 11.
Villata promossa in serie B1; Chieri e Trescore ai playoff promozione; Valbrembo, Bresso, Bodio e Vercelli retrocedono in serie C.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.