Lavoro nero in provincia, giro di vite di Finanza e Carabinieri

Controllate 15 imprese, individuati, 3 lavoratori irregolari e 26 lavoratori completamente “in nero”, tra i quali 20 di origine extracomunitaria. Il record spetta a un ristorante

Nel mese di maggio  scorso, tutti i reparti territoriali della Guardia di Finanza di Varese, su direttive del Comando Provinciale, hanno attuato, con inizio contestuale delle operazioni, un piano ispettivo, specificamente programmato e preparato, articolato su tutto il territorio della provincia, volto a riscontrare precisi elementi informativi ed indizi su probabili fenomeni di “lavoro sommerso”, acquisiti sull’ordinaria attività di servizio istituzionale, preventivamente vagliati tramite l’utilizzo delle “banche dati” in uso al Corpo.
Le attività ispettive, una delle quali eseguita congiuntamente ad ispettori della Direzione provinciale del lavoro di Varese e a militari dell’Arma dei Carabinieri – Nucleo Tutela del Lavoro, con accesso nei locali aziendali, hanno riguardato 15 imprese, selezionate nell’ambito di un’ampia gamma di attività economiche, tra le quali, in particolare, citando solo quelle dove sono state rilevate violazioni: un meccanico, un ristorante, una pizzeria, un bar, un esercizio di vendita al dettaglio di calzature, un distributore stradale di carburanti, una cooperativa di facchinaggio, un’azienda di assemblaggio di porte in ferro e cancelli ed un’impresa che installa infissi ed arredi.
Sono stati individuati, in totale, 3 lavoratori irregolari e 26 lavoratori completamente “in nero”, tra i quali 20 di origine extracomunitaria.  Nell’ambito dell’azione ispettiva svolta, le violazioni più rilevanti riscontrate hanno riguardato un ristorante, dove lavoravano, completamente in “nero”, 3 cittadini extracomunitari, ed una pizzeria presso la quale erano individuati 3 lavoratori in “nero” e 2 “irregolari”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.