Lega dei ticinesi all’attacco contro Lara Comi

Sul sito del partito una serie di insulti contro l'europarlamentare del Pdl. Aveva criticato i toni del partito di Bignasca e chiesto all'Unione Europea di tutelare i frontalieri

lara comi attaccata dalla lega dei ticinesiLa Lega dei Ticinesi tuona nuovamente contro l’europarlamentare di Saronno Lara Comi. Lo fa, dalle pagine del sito Mattinonline, pubblicando in un articolo in home page una lunga serie di epiteti contro di lei, il suo partito e gli italiani. Ed epiteti, forse è dire poco. Ma di cosa è colpevole la Comi? In pratica di aver portato all’attenzione dell’Unione Europea il clima di tensione che si respira nella politica di confine e di aver richiesto alla Commissione Europea (definita in un inciso leghista "un’altra banda di svalvolati") di intervenire a sostegno dei lavoratori frontalieri, presi pesantemente di mira dai partiti dell’estrema destra ticinese. Soltanto ieri l’onorevole del Pdl aveva rilasciato alcune dichiarazioni in merito invitando «i politici ticinesi a posare le armi della facile demagogia razzista». In particolare la Comi aveva espresso indignazione per «il totale sfregio dei diritti dei lavoratori e delle posizioni espresse dall’unione Europea da parte della Lega dei ticinesi, e in particolare dal deputato Lorenzo Quadri. Il giovane esponente politico ha recentemente definito ridicola la mia richiesta di intervento dell’UE a sostegno dei lavoratori frontalieri italiani». La risposta, com’era prevedibile, non ha tardato ad arrivare: le parole della Comi sarebbero un "semidelirio di onnipotenza" per il partito di Bignasca che nella parte "più pacata" dell’articolo aggiunge: «Definire ridicola l’interrogazione della Comi, significa manifestare atteggiamenti razzisti? E poi: "Totale sfregio dei lavoratori"? Totale che? Stiamo parlando di gente che, grazie alla Svizzera, si fa le palle d’oro, invece di marcire in un Paese che non si sa se sia più sporco dentro o più sporco fuori».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.