“Lega Nord vittima di nevrosi securitaria”

La risposta dell’Italia dei Valori al Carroccio cittadino che aveva reso note le lettere di alcuni cittadina che chiedevano più sicurezza nei parchi pubblici

«La Lega Nord è ormai vittima di una nevrosi securitaria». Parole dure, pronunciate dal consigliere comunale dell’Italia dei valori, Stefano Sportelli, in merito alle richieste di parchi più sicuri giunte alla sede cittadina del Carroccio tramite e-mail e diffuse nei giorni scorsi. «Con i loro comunicati stampa incoraggia i cittadini ad avere paura e non a reagire per risolvere le problematiche attraverso la collaborazione Comune-cittadino – spiega Sportelli -.Lancia allarmi invece di invitare i cittadini a denunciare alle autorità fatti e persone che minano la sicurezza della città. Si fanno portavoce abusivi di denunce che sono poi utilizzate solo per propaganda sulla stampa».
 
«I rappresentanti della Lega sanno benissimo che tutti i saronnesi che si sono rivolti in forma scritta o verbale all’assessore Nigro, per rilevare problemi di sicurezza in città, hanno sempre ricevuto risposta e quest’ultimo s’interfaccia costantemente con il Comandante della Polizia Municipale per “modellare” le zone da sorvegliare anche a seguito delle segnalazioni dei cittadini – prosegue Sportelli -. Mi chiedo, perché la Lega Nord ha aspettato tre settimane e un Consiglio Comunale per comunicare all’assessore delle lettere e delle lamentele ricevute? Se ci fosse un loro reale interesse a risolvere i problemi, si sarebbero rivolti immediatamente all’assessorato di competenza. Probabilmente a fare da padrone è la voglia di trasformare in slogan elettorali le paure e le sensazioni».
«Chiedo ai saronnesi – conclude - di essere parte attiva nella soluzione dei problemi della nostra comunità e quindi di segnalare tutti i fatti che generano insicurezza in città direttamente all’assessore Nigro o alla Polizia Municipale, riceveranno sempre riscontri e spiegazioni».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.