Lite per un cane, accoltellato un uomo

L'aggressore prima ha picchiato l'animale, poi ha cercato di investire il rivale e alla fine gli ha sferrato tre coltellate

Prima picchia il cane, poi accoltella il padrone. È successo nella notte fra giovedì e venerdì a Caronno Pertusella. Protagonista dell’assurdo fatto di cronaca nera un 45enne, residente a Cesate (Milano), nullafacente ed incensurato che è stato arrestato per tentato omicidio aggravato ai danni di un 41enne, originario di Bergamo e residente in provincia di Varese.
Verso le ore 01.15 circa è stato segnalato al numero unico di emergenza “112” che Caronno Pertusella, nei pressi di piazza Vittorio Veneto, era in corso una violenta lite tra due persone. Appena giunti sul posto i militari hanno verificato che la lite era degenerata e che uno delle persone coinvolte era stata accoltellata, mentre l’accoltellatore era fuggito.
Ricostruendo i fatti, i Carabinieri hanno accertato che poco prima, il 45enne di Cesate aveva provocato la vittima molestandone il cane e generando così una lite, nel corso della quale i due si sono affrontati a calci e pugni. Successivamente l’aggressore ha estratto un coltello e tentato, vanamente, di colpire il 41enne che si è dato alla fuga per sottrarsi all’aggressione. L’arrestato è quindi salito a bordo della sua autovettura, una Citroen Picasso di colore grigio, si è lanciato all’inseguimento della vittima, cercando di investirla senza riuscirci. È sceso quindi dalla macchina e, impugnando il coltello, si è lanciato verso il padrone del cane, lo ha colpito tre volte procurandogli due ferite da taglio al braccio sinistro ed una, più grave, al torace, poi scappando a bordo della sua macchina.
Dalle testimonianze raccolte, i Carabinieri sono riusciti ad individuare la zona di residenza dell’aggressore, presso le case popolari di Cesate, lì hanno rinvenuto anche l’autovettura, da poco parcheggiata, e dopo alcune verifiche si sono recati presso l’abitazione dell’uomo. Quest’ultimo, appena ha visto i Carabinieri, ha consegnato il coltello con cui aveva colpito la vittima ed ammesso quanto accaduto. Nel corso della perquisizione è stata sequestrata anche la maglietta indossata dall’uomo durante l’aggressione, ancora sporca di sangue.
Il ferito è stato trasportato presso l’ospedale di Garbagnate Milanese (MI) dove è stato ricoverato in prognosi riservata per “frattura costale ed emopneumotorace traumatico”, mentre l’aggressore è stato arrestato e trasferito al Carcere di Busto Arsizio a disposizione del Sostituto Procuratore della Repubblica – D.ssa Silvia Isidori, in attesa della convalida dell’arresto da parte del G.I.P.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.