Lufthansa, l’Udc interroga Formigoni e Cattaneo

I consiglieri regionali presentano un'interrogazione: «Quali iniziative intende assumere la Giunta per riportare Sea al servizio degli interessi lombardi e delle regioni del Nord d’Italia?»

«Quali iniziative intenda assumere la Giunta per riportare Sea al servizio degli interessi lombardi e delle regioni del Nord d’Italia?». È quanto chiedono, attraverso un’interrogazione rivolta al Presidente Formigoni e all’Assessore competente, Raffaele Cattaneo, i consiglieri regionali dell’Unione di Centro al Pirellone in merito alla rinuncia della compagnia aerea tedesca Lufthansa al brand Lufthansa Italia.
«Una brutta notizia che non va minimizzata, né tantomeno presa sotto gamba, perché –  secondo il Capogruppo centrista, Gianmarco Quadrini – riduce sensibilmente la credibilità di una società che sta per quotarsi in Borsa».
Per Valerio Bettoni, primo firmatario dell’iniziativa, «è giunto il momento di dare responsabilmente il via ad un ruolo di controllo ed indirizzo di Regione Lombardia per una politica realistica e concreta sul decisivo fronte dei collegamenti internazionali e su questo vogliamo sentire la posizione del governo regionale».
«Bisogna ammettere che Malpensa è stata gravemente penalizzata dall’epilogo della vicenda Alitalia condotta dal Governo e che tutte le prese di posizioni, le richieste di liberalizzazioni e le promesse sulla tutela dello scalo lombardo sono state semplicemente disattese. Oggi la Lombardia, anche a ridosso di Expo 2015, deve rafforzare invece il proprio ruolo di motore economico d’Italia e di cerniera tra il nostro Paese e il resto dell’Europa e – sottolinea Quadrini –  continuare a ragionare in termini di Padania o a sottacere gli esiti di scelte rovinose e superficiali non può servire ad altro se non a ritrovarci più provinciali e meno competitivi».
Infine, Enrico Marcora, rivolgendosi al Presidente Podestà, afferma che “la presenza della Provincia di Milano nella società di gestione degli aeroporti non è così strategica come dichiara, perché il sistema aeroportuale ha un respiro lombardo ed è quindi più determinante per l’ente regionale”.
 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.