Lufthansa, la Cisl “Avanti con le liberalizzazioni”

Il sindacato critica anche il Comune di Milano, principale azionista Sea, per le "sparate" dei politici sulla moschea: "E poi chiedono ai Paesi arabi di venire qui..."

«Nonostante l’abbandono di Lufthansa il progetto di sviluppo di Malpensa e la quotazione in borsa di Sea devono andare avanti. La perdita di passeggeri è recuperabile – così il segretario
generale dalla Fit Cisl Lombardia, Roberto Rossi -. Il governo deve consentire l’arrivo dei voli intercontinentali a Milano, senza questa liberalizzazione non potremo mai realizzare i piani di sviluppo. Abbiamo l’Expo davanti a noi e non possiamo perdere questa occasione. Il Comune di Milano si è finora dimostrato solo capace di chiedere soldi, ma non ha aiutato lo sviluppo dell’aeroporto». E come anche la Cgil, si critica anche alcune sparate politiche, che non aiuterebbero lo sforzo di proiezione di Malpensa verso il Medio Oriente: «Come è possibile criticare continuamente la realizzazione di una moschea e poi sollecitare i paesi arabi a venire a Milano?». «Dobbiamo inoltre salvaguardare il progetto della Regione per la scuola della manutenzione – ha aggiunto Rossi – riorientandola su altri vettori. La stessa Sea potrebbe diventare il soggetto che vende
manutenzione».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.