Ma che bella la Valcuvia vista da Vergobbio

Il “milanese” Brianza sfollato durante la guerra si innamora della valle verde e spiega il perché

foto brianzaMilanese lo è di nascita, ma forse oggi si sente più valcuviano. Innamorato del verde di questa valle, Giuseppe Brianza, classe 1938, racconterà presto i motivi di questa sbandata, durata una vita, con un libro di memorie.
Si tratta di un volume di ricordi miei personali – racconta l’autore – (ero un milanese sfollato a Vergobbio – sono del 1938) che poi si è innamorato delle zone e ha trasferito la famiglia a Varese”.
“Si tratta – racconta – di un ‘libretto numero 2’: è stato preceduto da ‘Valcuvia-Laveno mes amours in Topolino‘ edito tre anni fa’ da Macchione”.
In effetti sono due libri d’amore: ma non per una donna bensì per una terra e per la sua gente, che ho trovato straordinaria quanto semplice.
In data 19 maggio presso il Ristorante ‘Del Centro’ di Vergobbio, con la presentazione di Mauro Della Porta Raffo ci sarà un incontro con proiezione di slides: sarà servito un aperitivo.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.