Marco Belli si conferma “re” del flat track

Il pilota varesino, da anni sulla breccia in diverse specialità, si è aggiudicato il primo "test meeting" sotto l'egida federale a Lonigo a bordo della sua Zaeta

L’ippodromo di vicentino di Lonigo ha ospitato nei giorni scorsi una lunga serie di eventi legati al flat track, una particolare specialità motociclistica che ha in un varesino – Marco Belli – uno dei principali ispiratori e piloti a livello europeo. Il "flat" è una disciplina in cui la manovra principale è la derapata mentre le moto utilizzate – a differenza del più noto speedway – sono comunque simili nella forma a quelle da cross di serie, nonostante alcune marcati accorgimenti tecnici a partire dall’assetto delle sospensioni e dall’assenza del freno anteriore.
L’impianto veneto ha prima ospitato la "ORS", manifestazione la cui sigla significa Original Racing Situations, durante la quale gli specialisti – presenti anche veri miti delle due ruote come Freddie Spencer e Graziano Rossi - hanno mostrato lo spettacolo possibile con queste moto (alla Ors è riferito il video sottostante). Poi, sabato scorso, spazio all’agonismo con il "FIM Flat Track test meeting", una gara per la prima volta disputata sotto l’egida della federazione. La presenza di diversi piloti stranieri (cinque le nazioni rappresentate) ha certamente nobilitato un evento in cui proprio Marco Belli – già più volte vincitore di campionati motoristici di livello europeo in diverse specialità – l’ha fatta da padrone.
L’esperto varesino ha prima dominato la semifinale e poi, dopo una rimonta, si è anche imposto nell’atto conclusivo dopo un’entusiasmante lotta con il giovane britannico Tom Wooley; terzo un altro inglese, Aidan Collins, che ha lasciato ai piedi del podio gli italiani Vesprini e Marzotto.
Vittoria importante quella di Belli, che oltretutto ha portato al successo una moto nata anche dalla sua passione: si tratta della Zaeta, un progetto che oltre al nostro pilota è stato ideato da Graziano Rossi (il papà di Valentino) e dagli imprenditori Paolo Chiaia e Andrea Andreani.
«Sono felicissimo per questa vittoria prestigiosa – ha detto Belli – che dedico a me e alla mia famiglia che mi ha sempre supportato lungo la carriera. Io sono stato davvero orgoglioso quando ho sentito l’inno italiano suonare per me durante la premiazione». 
Una bella soddisfazione dopo che il driver varesino ha dato vita a un vero spettacolo nella sua batteria – la numero tre – rimontando due posizioni in due giri e andando così a vincere la prova per poi ripetersi nelle gare successive. 

Classifica finale: 1) Marco Belli (Ita – Zaeta); 2) Tomas Wooley (GB – Honda); 3) Aidan Collins (GB – Honda); 4) Fabrizio Vesprini (Ita – Husaberg); 5) Vittorio Emanuele Marzotto (Ita – KTM).

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.