Mi dimetto per colpa del mossiere del Palio

Dopo l'infelice domenica dello starter, il Cavaliere del Carroccio Gianni Centinaio che lo aveva scelto decide di abbandonare la propria carica. Il supremo magistrato: «Gli chiediamo di restare»

L’infelice domenica del mossiere del Palio di Legnano, dopo l’errore che di fatto ha escluso dalla corsa la contrada di Sant’Erasmo, fa una seconda “vittima”: il cavaliere del Carroccio Gianni Centinaio, ovvero colui che lo aveva scelto per la corsa legnanese. Il supremo magistrato del palio, infatti,  si è visto infatti recapitare le dimissioni di Centinaio. «Nell’assumermi ogni responsabilità per l’inadeguatezza nella scelta del mossiere, anche se a suo tempo avallata da tutti i capitani, si conclude oggi la mia esperienza di Cavaliere del Carroccio non tanto per la richiesta avanzata pubblicamente da una Contrada, ma nel rispetto coerente dei principi su cui è impostata la mia persona».
Lorenzo Vitali, supremo magistrato del palio, si è augurato che Centinaio resti al suo posto. «Anche in questa occasione Gianni ha dimostrato la sua grande serietà e correttezza – ha commentato Vitali-. Comprendo le reazioni, anche molto accese, di chi ha subito un torto, ma sono convinto di fare il bene del palio chiedendo a Gianni di restare».

Galleria fotografica

Paura al Palio 4 di 7

 


di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 maggio 2011
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Paura al Palio 4 di 7

Galleria fotografica

Il palio di Legnano - Sfilata 4 di 17

Galleria fotografica

Palio di Legnano - gli striscioni 4 di 7

Galleria fotografica

I volti del palio 2 4 di 15

Galleria fotografica

Palio di Legnano 4 di 51

Galleria fotografica

Palio di Legnano 2011 - la gara 4 di 22

Galleria fotografica

I volti del Palio 4 di 30

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.