Novelli: “Per una volta il risultato sportivo ci fa gioire”

Il tecnico tigrotto è molto soddisfatto ma aspetta ad esultare. Duro il commento del presidente vercellese Massimo Secondo: "Prestazione indecorosa"

 La sua Pro Patria ha battuto 5-2 nella gara di andata delle semifinali playoff la Pro Vercelli e mister Raffaele Novelli si dice soddisfatto, anche se non vuole pensare di aver già passato il turno, mettendo subito la guardia alta in vista del ritorno di settimana prossima: «Questa è stata una settimana in cui ci siamo allenati pensando esclusivamente alla partita, sapendo di affrontare una sqaudra che è stata costruita per vincere. Abbiamo avuto e mantenuto la concentrazione giusta per tutta la settimana ed è un risultato giusto perchè ci abbiamo creduto sempre. Il ritorno sarà difficilissimo perchè loro ci crederanno e soprattutto in difesa abbiamo dimostrato di dover migliorare evitando alcune situazione che oggi ci hanno fatto subire due gol. Per una volta il risultato sportivo ci fa gioire. Ora speriamo di poterci isolare da tutto e tutti, solo facendo questo, mantenendo una grande umiltà, potremo fare bene. Domenica prossima dovremo pensare di ripartire dallo 0-0, se non lo faremo verremo sconfitti in partenza. Non siamo una squadra che riesce a difendere per gestire il risultato, e spingere sempre con questo caldo non è stato facile, spendendo molte energie».

Per la Pro Vercelli parla solo il presidente Massimo Secondo, che attacca i propri giocatori per la netta sconfitta: «Ho poco da dire. Oggi abbiamo fatto una prestazione a metà tra il ridicolo e l’indecoroso. Chiedo scusa a chi è arrivato a Busto per vedere uno spettacolo del genere e credo che a questo punto ci serva una sorta di miracolo per ribaltare questa situazione. Settimana prossima i miei giocatori dovranno dimostrare di voler rimanere a Vercelli anche nella prossima stagione e dovranno farlo sul campo. Non penso che si debba individuare il caprio espiatorio nell’allenatore. In settimana staremo zitti e penseremo solo a lavorare, forse è meglio così. Se dovessi vedere una prestazione simile anche settimana prossima, ripeto che i giocatori rimarranno a spasso».

Matteo Serafini è molto contento, anche se ancora non vuole esultare: «Abbiamo giocato in maniera splendida mettendo una pietra importante sul passaggio del turno. La trappola per il ritorno sarà sicuramente l’ambiente, il loro presidente mi è parso piuttosto seccato. Dovremo stare concentrati e attenti per non fare errori che potrebbero riaprire i giochi».

Luca Anania tiene i piedi per terra, anche se coglie un importante segnale nel corso della gara: «Ancora non abbiamo fato nulla. Dobbiamo stare concentrati e direi che a questo punto abbiamo fatto un gran passo avanti verso la finale. La traversa di Pigoni è un segno, spiamo sia giusto».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.