Nuova squadra per Maffioli per lavorare “Insieme per Vergiate”

Il sindaco uscente guida una civica sostenuta dalla Lega. Con lui alcuni amministratori uscenti e molti volti nuovi

alessandro maffioli vergiate"Tradizione, sviluppo e territorio" sono le tre parole d’ordine di Insieme per Vergiate, la lista che sostiene il sindaco uscente Alessandro Maffioli.

 

Ci racconti qualcosa di lei…

«Ho quarantun anni sono stato sindaco di Vergiate per gli ultimi cinque anni. Inoltre lavoro come avvocato».

 

Che cosa la lega di più alla sua città?
«Io amo Vergiate. Sono nato qui da una famiglia "vergiatese doc". Sono legato in particolare al suo territorio, abbiamo il lago, il verde. È una cittadina bella che dal punto di vista ambientale può dare ancora molto».

 

Come si è avvicinato alla politica?
«Ho cominciato circa dieci anni fa coinvolto da alcuni amici. Mi sono avvicinato alla Lega Nord perché colpito dall’attenzione che il movimento aveva e ha per il territorio. Nel 2006 sono stato scelto come candidato di una lista civica appoggiata da Lega e centro destra. E ho vinto. Ora vorrei continuare ciò che ho iniziato».

 

Come descrive il suo gruppo?
«La nostra è una lista civica nata in continuità con l’attività cominciata dalla passata amministrazione. Il gruppo è sostenuto dalla Lega Nord, è formato per metà da amministratori uscenti e per l’altra metà da persone nuove che hanno condiviso la volontà di lavorare insieme per il bene di Vergiate e per dare un futuro migliore ai nostri concittadini».

 

Qual è la priorità di Vergiate?
«Dobbiamo sciogliere il nodo della viabilità. Ma altrettanto prioritarie sono le scelte di politica sociale. Il periodo che stiamo attraversando non è semplice, ci impone di pensare alla persone che si trovano in difficoltà e di mettere il lavoro al centro delle nostre attività. Nel concreto dobbiamo pensare all’asilo nido, alle esigenze degli anziani, alle politiche giovanili e infine a migliorare le infrastrutture per il territorio».

 

Quali sono le linee generali del suo programma?
«Il nostro programma non è un libro dei sogni ma una lista di impegni realizzabili. Lavoremo di più sulla trasparenza e sulla comunicazione, cercheremo di portare a termine dei progetti avviati e non ancora conclusi, realizzeremo il campus che non è un sogno ma un’opera concreta che prevede l’unificazione della scuola elementare e media. Ultimeremo le opere viabilistiche necessarie a snellire il traffico che attraversa il comune, proseguiremo l’attività di approvazione del Pgt. Sul fronte dell’ambiente e del territorio ci impegneremo per continuare a salvaguardare il nostro patrimonio verde e a potenziare il turismo. In tutto abbiamo tracciato cinquantasette punti che saranno la guida dei nostri interventi futuri». Guarda il programma in dettaglio

 

Abbiamo raccolto alcuni dei problemi più sentiti e dei temi più discussi a Vergiate. Qual è la sua opinione in merito?

 

Collocazione del MERCATO – «Il nostro progetto, elaborato in questi anni, prevede lo spostamento del mercato in un’area più funzionale e poco distante dal centro. Realizzeremo un nuovo parcheggio che sarà utile anche alle zone vicine come il cimitero e il campo sportivo. Per facilitare gli spostamenti orgrnizzeremo una navetta che collegherà il nuovo mercato con le frazioni e il centro».

 

Proposte per le FRAZIONI - «Valorizzare il territorio è un impegno che ci sentiamo di prendere nei confronti di tutti i territori. A Sesona dobbiamo risolvere il problema della viabilità, a Corgeno dobbiamo ripensare la piazza, il parcheggio delle scuole e sistemare la viabilità in quella zona. A Cimbro e Cuirone le piazze saranno risistemate e, ancora a Cuirone, manca un tratto di fognatura».

 

AUTOVELOX fisso sulla statale 629 – «L’autovelox era un rimedio necessario. La scelta di metterlo in prossimità dell’incrocio è stata dettata dal fatto che in quel tratto si erano verificati numerosi incidenti. A differenza di altri autovelox quello si trova in prossimità di un incrocio dove normalmente si dovrebbe rallentare. Ha una funzione precisa: garantire la sicurezza delle persone ed evitare gli incidenti».

 

Problemi legati alla VIABILITA‘ – «Abbiamo introdotto due nuove rotonde e una è in appalto e sarà ultimata a breve. Due altre rotatorie sono ancora da costruire. Inoltre sarà realizzato un marciapiedi su via San Rocco e via Lombardia. Sulla ex strada della discarica sarà ampliato il ponte per cercare di togliere il traffico pesante dal centro cittadino».

 

Leggi altre news su Vergiate e segui anche su Facebook gli articoli sulle elezioni

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.