Passa il Giro tra tifosi, festa e strade chiuse

Venerdì tra le 13 e le 14 la provincia sarà attraversata dalla corsa rosa, da Saronno a Sesto Calende. La tappa si concluderà a Macugnaga. Attenzione alle variazioni della viabilità

È solo un assaggio, ma servirà a sfamare ancora una volta la voglia di ciclismo dei tanti appassionati nostrani. Il Giro d’Italia si prepara a passare nel Varesotto e lo farà domani – venerdì 27 – per una quarantina di chilometri se si comprende anche il tratto tra Rescaldina e Legnano in provincia di Milano.
La carovana rosa arriverà da Bergamo, dove ci sarà la partenza della 19a tappa, e farà poi rotta sul Piemonte per darsi battaglia prima sul Mottarone e poi sulla salita che porta a Macugnaga, sede dell’arrivo di una frazione che potrebbe accendere qualche attacco degli uomini di classifica.
Nel mezzo, come detto, circa un’ora di pedalate nella bassa provincia di Varese tra Saronno e Sesto Calende. L’arrivo nella città degli amaretti è previsto intorno alle 13 (le tabelle preparate dall’organizzazione prevedono tra le 12,52 in caso si tengano i 38 all’ora, e le 13,03 se l’andatura sarà più lenta. Da Saronno il gruppo si dirigerà verso Uboldo, poi Rescaldina/Legnano e il rientro in provincia di Varese a Castellanza. Da lì proseguirà per Busto Arsizio, Gallarate, Somma Lombardo, Vergiate e infine Sesto Calende dove è previsto anche il rifornimento prima di transitare sul ponte sul Ticino e da lì approdare a Castelletto, intorno alle 14,05.
Le strade saranno quindi bloccate e "preda" di tifosi e curiosi, come sempre accade al passaggio dei "girini"; tra l’altro l’orario di pausa pranzo potrebbe invogliare la gente ad assieparsi sulla banchina per applaudire e incitare i corridori.
Tra essi c’è solo un atleta varesotto, ovvero il veterano Stefano Garzelli, facilmente riconoscibile per via della maglia verde di leader della classifica degli scalatori. In rosa ci sarà invece lo spagnolo Contador (foto in alto, a nella tappa di Varese del 2008) mentre la maglia rossa della classifica a punti (in teoria dello stesso Contador) sarà indossata da Michele Scarponi. Altri uomini facili da individuare sono Roman Kreuziger – maglia bianca di miglior giovane – e Giovanni Visconti che veste il tricolore, in quanto campione d’Italia in carica.

LA VIABILITA’ – Come sempre in questi casi, le strade attraversate dalla carovana e le vie circostanti subiranno delle chiusure per permettere il transito della gara in sicurezza. A Saronno le strade chiuse saranno le vie Novara, Varese e Lombardia su cui il passaggio e la sosta saranno vietati a partire dalle 10. A Uboldo, "patria" del grande Claudio Chiappucci, sarà via IV Novembre a essere interessata dal passaggio dei corridori. Anche l’autostrada dei Laghi (A8-A9) subirà alcuni stop: non sarà infatti possibile utilizzare l’uscita di Saronno e quella di Castellanza tra le 12 e le 14; consigliate agli automobilisti, in quei casi, le rampe di Origgio o Turate edi  Legnano. Chiusa al traffico anche la Sp427 "Saronnese" e un tratto di via Melzi in territorio di Legnano. A Castellanza il comune annuncia la chiusura delle vie Saronno, don Minzoni e Sempione verso le ore 12; Busto Arsizio si è preparata all’arrivo del Giro predisponendo un gazebo per distribuire gadget ai tifosi e consigliando anche gli itinerari alternativi per evitare le chiusure. Gallarate spazio ai corridori nelle vie Milano, piazza San Lorenzo, Borghi, XX Settembre, piazza Risorgimento, Roma e corso Sempione in direzione di Casorate con i sovrappassi della Mornera e via San Martino utili percorsi di sfogo del traffico. A Somma Lombardo le vie Milano e Mazzini saranno completamente chiuse tra le 12 e le 14 ma dalle ore 11 sarà vietata la sosta nelle piazze Visconti e Scipione e in via Milano.

La tabella oraria della tappa (dal sito ufficiale)

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.