Pdl all’unanimità: “libertà di voto al ballottaggio”

Il Pdl si ricompatta lasciando i propri elettori liberi di votare al secondo turno

«Dopo un’accurata analisi del voto,dei programmi e delle proposte di Lega Nord e Pd, all’unanimità abbiamo deciso di dare ai nostri elettori l’indicazione di libertà di voto per il ballottaggio». A parlare è il coordinatore cittadino del Pdl, Innocenzo Antonicelli, che sottolinea per ben due volte «all’unanimità». Ha ragione lui. La vera notizia della giornata per Malnate è, infatti, proprio questa.
Negli ultimi anni il Popolo della Libertà malnatese è stato lacerato da divisioni interne e distinzioni. Basti ricordare lo strappo dell’ex sindaco Sandro Damiani che si presentò (e vinse) con un centrodestra orfano di Forza Italia, rientrato nella maggioranza dalla finestra quando la giunta era già fatta. 
E ancora, la diaspora di alcuni maggiorenti azzurri, come l’ex consigliere comunale Michele Colasuonno che, pur di non correre con il Pdl, ha preferito mettersi in proprio con una nuova lista “Forza Malnate” per schierarsi al fianco di Lega Nord e Pensionati. Per non parlare del “desaparecido forzaitaliota" Elia Azzalin, che, dopo una fugace apparizione in consiglio comunale, non si è più ripresentato di fronte agli elettori. Che sia l’inizio di una rifondazione azzurra?
(foto, da sinistra: Antonicelli e l’ex sindaco Damiani, ai tempi dell’accordo)

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.