Più aiuto al commercio, il Comune aderisce al Distretto Malpensa Nord

L’amministrazione comunale ha deciso di aderire al gruppo capitanato da Somma Lombardo nell’intento di sostenere l’attività dei negozi locali e di valorizzare il centro storico

L’amministrazione comunale di Mornago tende la mano ai commercianti del paese. Schiacciati dalla grande distribuzione, dai centri commerciali, dagli outlet e da uno stile di vita che, per ragioni di lavoro, spesso porta gli abitanti lontano dai negozi locali, i titolari delle vetrine mornaghesi rischiano di subire pesanti ridimensionamenti. Ecco perché il sindaco Paolo Gusella e la sua giunta hanno deciso di aderire al distretto del commercio Malpensa nord Ticino. Anche per Mornago, insomma, l’unione fa la forza e i negozianti del paese si alleeranno con quelli di Somma Lombardo, Vergiate, Sesto Calende, Golasecca e Varano Borghi, cui si aggiungeranno presto anche i commercianti di Angera e Mercallo.

Per le vetrine del paese l’occasione è particolarmente interessante, dato che lo scorso 16 maggio si è aperto il quarto bando di Regione Lombardia a sostegno dei distretti del commercio, valido fino al 30 giugno. In palio ci sono finanziamenti per un totale di 100mila euro: «La metà dovranno essere investiti nell’abbellimento dell’arredo urbano dei Comuni coinvolti, gli altri 50mila euro saranno destinati ai commercianti per il recupero delle facciate dei negozi, per l’acquisto di arredi esterni ai punti vendita, come fioriere, tavolini e insegne, e per l’installazione di sistemi di videosorveglianza – spiega Gusella -. Entrare nel distretto del commercio significa, insomma, sfruttare una ghiotta opportunità per abbellire il paese e per sostenere i lavoratori impegnati nella vendita al dettaglio».

Intanto anche Mornago potrà partecipare alle iniziative comuni del distretto del commercio Malpensa nord Ticino, come la programmazione di un calendario coordinato per le proposte estive o il noleggio delle luminarie natalizie: «Oltre a queste proposte, mi auguro che il bando ci consenta di trovare i fondi anche per promuovere corsi di formazione ai commercianti, così da fornire loro un valido strumento per orientarsi nel relativo panorama legislativo e per imparare i trucchi che favoriscono la vendita».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.