Preferenze pazze: è ufficiale, laico del Pdl salta avanti

Come anticipato la settimana scorsa il primo dei non eletti (in caso di vittoria del centrodestra) è diventato Angelo Motta

La commissione elettorale ha finalmente completato la verifica dei verbali delle schede elettorali. Cambiano ufficialmente alcune preferenze anche se non cambia nulla per la gran parte delle liste. L’unica vera problematica si apre nel Pdl dove la distribuzione delle preferenze avrà delle ripercussioni. Come anticipato la settimana scorsa il primo dei non eletti (in caso di vittoria del centrodestra) è diventato Angelo Motta a cui sono state assegnate 234 preferenze invece di 223. Le altre posizioni rimangono in realtà invariate, anche se sono diverse le correzioni. Mauro Pramaggiore, ad esempio, passa da 350 a 344 preferenze, Piero Galparoli scende da 307 a 301, Giovanni Chiodi sale da 296 a 299, Roberto Puricelli vola da 281 a 298, Fabio D’Aula scende da 258 a 257, Domenico Battaglia sale da 245 a 248, Ciro Grassia sale da 243 a 244. E fin qui son tutti eletti. La promozione di Motta fa scivolare più in basso Esposito (233) Dewolf (232) e Tomassini, che per entrare in consiglio dovranno attendere i posti liberati dalla nomina degli assessori.
Gli spostamenti sono invece esigui nella lista della Lega Nord. Gladiseo Zagatto passa da 140 a 142, Roberto Parravicini scende da 126 a 125. Nel Pd c’è qualche aggiustamento ma solo tra i non eletti (sempre che non vinca la Oprandi). Roberto Molinari passa da 168 a 169, Rossella Dimaggio da 166 a 167, Lorenzo Baldrati da 158 a 159 ma i nuovi conteggi non spostano nulla.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.