Pressioni su Strauss-Kahn perchè lasci la presidenza

Il peso dell’arresto e l’accusa per violenza sessuale cadute sul presidente sono ormai insostenibili. L'europa chiede un presidente europeo

Salgono le pressioni perché Dominique Strauss-Kahn lasci al più presto il Fondo Monetario Internazionale. Il peso dell’arresto e l’accusa per violenza sessuale cadute sul presidente sono ormai insostenibili. Dalla riunione dell’Ecofin di Bruxelles, l’unica voce a difesa della posizione di Dsk è stata quella di Jean-Claude Juncker, il ministro lussemburghese presidente dell’Eurogruppo, che ha stigmatizzato le voci sulla successione alla presidenza Fmi. Ma dalle due ministre austriaca e francese è arrivato un segnale molto chiaro. L’austriaca Maria Fektel ha sottolineato i danni che la permanenza di Dominique Strauss-Kahn porta all’istituto internazionale, mentre la spagnola Elena Salgado ha espresso solidarietà alla vittima dell’aggressione di cui è accusato Strauss-Kahn.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.