Primo consiglio per la giunta Leorato:”Stop alle scelte del passato”

Il sindaco annuncia lo stop ad alcune scelte avviate dall’amministrazione che lo ha preceduto. Tra queste, l'Alfa Giulietta della Polizia Locale: sarà restituita al concessionario

Maurizio LeoratoLa giunta Leorato ha già cominciato l’inversione di marcia. Il neo sindaco, insediatosi ieri durante il primo consiglio comunale, ha annunciato lo stop ad alcune grosse scelte avviate dall’amministrazione che lo ha preceduto sotto la guida del leghista Alessandro Maffioli:«Sono state fatte delle scelte sbagliate – ha spiegato Leorato -, scelte discutibili e che non erano economicamente sostenibili per il paese. Stiamo cercando di riparare e ci siamo messi subito al lavoro». Quindi, stop al nuovo campus scolastico, alla nuova area mercato, al posizionamento di una terza zona a traffico limitato e alla nuova macchina per la polizia locale. «In un momento di crisi queste sono risultate essere scelte sbagliate, adesso vogliamo liberare risorse da destinare a capitoli di spesa che riteniamo prioritari». E così, annuncia il sindaco, la costruzione della nuova scuola e del nuovo mercato diventano invece la “riqualificazione” e l’implementazione degli edifici e dei servizi esistenti; la nuova Alfa Giulietta, pronta per essere allestita per la polizia locale, («una spesa che tra automobile e allestimento si aggirava intorno ai 30mila euro») verrà restituita alla concessionaria; verrà riaperta al traffico la via cusciano nei due sensi di marcia, verrà spento (per controlli sulla conformità) l’autovelox che tanto ha fatto tribolare gli automobilisti vergiatesi, verranno installati nuovi parcheggi per disabili in centro, ammorbidite le multe in prossimità dei centri per i servizi alla persona; La nuova giunta ha anche incontrato l’amministratore unico della società patrimoniale per portare sul tavolo la proposta di creazione di una società multiservizi insieme alla società per i Servizi Sanitari di Vergiate, «un’opzione che ci permetterebbe di risparmiare soldi sui costi di gestione e di agevolare gli investimenti».
Noti dolenti sono arrivate, invece, dalla discarica gestita insieme all’amministrazione di somma Lombardo. Il sindaco ha annunciato un grosso problema di gestione che peserà alle casse dei due comuni una spesa di 600mila euro all’anno, «il problema della discarica è un problema che le amministrazioni vergiatesi si trascinano dietro da tanto tempo – ha spiegato Leorato – ma non ci aspettavamo una notizia così a 13 giorni dal voto. Lo abbiamo appena saputo e stiamo pensando a tutte le soluzioni da mettere in campo. Ci sembrava però giusto avvisare i cittadini di quanto succede».
Leorato guiderà l’amministrazione vergiatese con la squadra già annunciata: Daniele Parrino è Vicesindaco e assessore ai servizi sociali, comunicazione e attvità economiche e profuttive; Massimiliano Porotto assessor ai tributi e bilancio; Antonella Paccini sarà assessore all’istruzione, Cultura e politiche giovanili e Giuseppe Intrieri si è insediato all’assessorato Lavori pubblici e ambiente. Il sindaco ha tenuto le deleghe di sport e urbanistica. Durante il consiglio comunale è stata nominata presidente del Consiglio Gisella Della Ferrera. Ovviamente presenti anche i capigruppo delle opposizioni, i due candidati Beatrice Bassi per il Pdl e Alessandro Maffioli per la Lega, con Buso Maurizio e Viganò Maurizio, che hanno fatto le congratulazioni al sindaco e annunciato un’opposizione ferma ma costruttiva nel bene del paese.

Galleria fotografica

Consiglio comunale a Vergiate 4 di 11
di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 31 maggio 2011
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Consiglio comunale a Vergiate 4 di 11

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.