Pro Patria-Pro Vercelli, l’attesa è finita

I tigrotti ospitano allo "Speroni" i piemontesi per la gara di andata delle semifinali playoff

 L’attesa è finalmente finita e domenica 22 maggio alle 16 allo “Speroni” la Pro Patria affronterà nella gara di andata delle semifinali playoff la Pro Vercelli.

L’ambiente è carico e i giocatori ce la metteranno tutta per non deludere i propri tifosi, che li hanno sempre appoggiati dall’inizio del campionato per raggiungere un obiettivo, la promozione, che passa da queste due – o quattro – gare che attendono i tigrotti.

Il mister dei biancoblu, Raffaele Novelli, dovrebbe mantenere l’assetto delle ultime gare, con due mediani puri davanti alla difesa, tre mezzepunte e una punta. In porta andrà Anania, la linea difensiva verrà formata, da destra a sinistra, da Bertin, Nossa, Zanetti e Benedetti. In mediana ci saranno Calzi e Bruccini, mentre sulla trequarti Pacilli, Dell’Acqua e Cortesi appoggeranno l’unico attaccante vero, Serafini.

Non sarà una partita come tutte le altre, impossibile che lo sia. La Pro Vercelli è diventata quest’anno l’avversario per eccellenza dei tigrotti, dopo tre scontri duri e senza sorrisi, anzi, con tante liti e tante parole intorno. Ai playoff le due squadre ci sono arrivate attraversando strade differenti. Qualcuno di esterno alla squadra ha reso tortuoso il sentiero della squadra di Novelli, mentre per i piemontesi la via è rimasta in salita anche per colpe proprie, pagando a caro prezzo l’incostanza e i troppi alti e bassi che una squadra di quel rango non dovrebbe avere.

Sarà  Pro contro Pro, ma solo una potrà continuare a sognare.

Pro Patria-Pro Vercelli (Probababili formazioni):

Pro Patria (4-2-3-1): Anania, Bertin, Nossa, Zanetti, Benedetti, Bruccini, Calzi, Dell’Acqua, Cortesi, Pacilli, Serafini. All.: Novelli.

Pro Vercelli (4-3-3): Valentini, Pigoni, Ranellucci, Labriola, Schettino, Calvi, Rosso, Marconi, Bonomi, Malatesta, Santoni. All.: Braghin.

Arbitro: sig. Coccia di San Benedetto del Tronto (Calò e Abruzzese; IV uomo Peretti di Verona).

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.