Proprietà, industria e famiglia: ne parla Matteo Marzotto

Il convegno in programma all'Università Carlo Cattaneo il prossimo lunedì 16 maggio alle ore 14.30

Come noto, la storia del nostro Paese è fatta di grandi famiglie imprenditoriali che ne hanno segnato non solo lo sviluppo economico ma anche quello sociale e del costume: in questo contesto, le problematiche tecnico-legali hanno radici e presupposti di natura personale, familiare e aziendale, in diverse combinazioni e con dinamiche differenti a seconda delle fasi del ciclo di vita del sistema impresa-famiglia.
L’intreccio tra i vari aspetti è particolarmente evidente nei processi di costruzione di accordi che accompagnano di generazione in generazione la vita delle famiglie imprenditoriali sotto molteplici forme (dalle regole implicite agli statuti, dai patti parasociali agli accordi senza rilevanza contrattuale, agli accordi successori) e il cui successo rappresenta una condizione di continuità fondamentale.
L’Università Carlo Cattaneo organizza un convegno dal titolo “Gli accordi familiari per la proprietà, l’impresa e la famiglia: una prospettiva multi-disciplinare” il prossimo lunedì 16 maggio alle ore 14.30 in aula Bussolati.
Il convegno tratta il tema degli accordi in tutti i suoi aspetti, cercando di dare risposta ad alcune domande chiave per i professionisti impegnati a supporto delle famiglie imprenditoriali: perché molto spesso gli accordi sarebbero una necessità ma non si riesce ad avviarli o a concluderne la formulazione? Perché accordi societari e giuridico-fiscali formalmente impeccabili possono “non tenere” nel tempo, essere disattesi nella sostanza ed essere vissuti negativamente dalle nuove generazioni? Come rinnovare gli accordi obsoleti? Come dare vita a collaborazioni a “somma maggiore di zero” che facciano leva sulla complementarità delle competenze professionali?
Il convegno prevede interventi di alcuni esperti, la presentazione di casi professionali in chiave interdisciplinare e la discussione di un caso “dal vivo” grazie alla testimonianza di un noto imprenditore, Matteo Marzotto.

Programma
ore 14.30
Indirizzi di saluto
Dott. Ing. Michele Graglia
Presidente Unione Industriali di Varese
Presiede
Avv. Prof. Alberto Malatesta
Direttore dell’Istituto di Diritto e ordinario di diritto internazionale nella Facoltà di Giurisprudenza dell’Università Carlo Cattaneo – LIUC
ore 14.45
Gli accordi nelle famiglie imprenditoriali: peculiarità, tipologia, rilevanza e criticità
Prof. Daniela Montemerlo
Docente SDA Bocconi
Gli accordi successori: come superare i limiti degli strumenti attuali e costruire assetti solidi “oltre la vita”
Avv. Giovanna Condò,
Avvocato in Milano
Gli accordi parasociali e statutari nelle imprese familiari: come prevenire la costruzione di “cattedrali nel deserto” e accompagnare con successo le transizioni
Avv. Paolo Bassilana,
Partner Studio Biscozzi e Nobili – Milano
Gli oneri economici degli accordi e l’importanza di un approccio integrato
Dott. Gianluca Bolelli,
Dottore commercialista in Milano
ore 16.45
Coffee Break (offerto da Banca Generali Private Banking)
ore 17.00
Strumenti legislativi in fieri per la famiglia e per l’impresa.
Dott. Gioacchino Attanzio,
Consigliere e Direttore Generale di AIdAF
Il passaggio generazionale dell’ impresa e dei patrimoni attraverso l’istituto del trust: casistica, vantaggi ed opportunità
Avv. Andrea Moja,
Docente di International Business Law Università Carlo Cattaneo LIUC Presidente Assotrusts
ore 18.00
Testimonianza
Matteo Marzotto
imprenditore
Consigliere d’Amministrazione Morellato S.p.A.,
Consigliere d’amministrazione C.U.O.A. (Centro Universitario di Organizzazione Aziendale)
Consigliere di Amministrazione Marzotto S.p.A
Presidente Enit (Agenzia Nazionale del Turismo)

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.