Robur e Legnano sui blocchi di partenza delle semifinali

Sabato sera al Campus (ore 21) si gioca la gara1 tra Abc e Royal; varesini con l'incognita dell'infortunato Conti. I pareri di Garbosi e Piva

«È la vigilia di una nuova battaglia»: sembra, anzi è, una frase estrappolata da una sigla dei cartoni animati ma pure la frase ideale per presentare la gara1 della semifinale playoff di Serie B Dilettanti. Di fronte ci sono, all’angolo blu, la Abc Varese di Fabrizio Garbosi e all’angolo rosso la Royal Legnano di Roberto Piva che arrivano a un appuntamento tutto sommato atteso da mesi.

Il primo atto va in scena sabato sera (ore 21) al Campus, con tanto di prevendite al Centro Robur per limitare le code: gli ospiti hanno sostenitori numerosi e appassionati ma l’aria di playoff e la grande stagione gialloblu hanno risvegliato anche i tifosi dell’Abc che hanno affollato le tribune nella serie con Empoli.
 
QUI LEGNANO – Vigilia serena in casa Knights, come spiega lo stesso coach Piva: «La vittoria ai quarti contro San Giorgio è stata importante perché abbiamo dimostrato sicurezza e accresciuto la nostra autostima; inoltre, il fatto di aver chiuso 2-0 ci ha permesso di recuperare bene le forze. Fisicamente stiamo bene, perché sia Bianchi sia Aimaretti che di recente avevano avuto acciacchi sono tornati pienamente a disposizione». Il coach legnanese sa che la serie sarà difficile ma crede anche che si possa vedere un buon basket: «Stimo la società e lo staff della Robur e credo che le partite cui daremo vita saranno piacevoli, perché entrambe abbiamo giocatori tecnici. Varese è squadra completissima e ha già dimostrato di poter sopperire agli infortuni trovando di volta in volta giocatori capaci di diventare protagonisti».
 
QUI VARESE – In campo il maggior problema di Garbosi si chiama Paolo Conti, ed è strano definire “problema” un giocatore del genere; il lungo però non si sta allenando per via dell’infortunio all’inguine, sarà comunque della partita ma il suo rendimento rimane un’incognita. «Non si è mai allenato, non possiamo sapere quello che potrà fare in campo» spiega il tecnico varesino che comunque non rinuncerà a portare Conti in panchina. «Gli altri invece stanno bene, abbiamo lavorato in maniera produttiva per tutta la settimana e siamo carichi e motivati. Non vogliamo fare bene, ma benissimo». Riguardo il tipo di gioco che si vedrà nella serie, Garbosi concorda con il collega-rivale: «Piva ha ragione: sia Varese sia Legnano sono squadre ricche di doti tecniche. Certamente nei playoff agonismo e tensione si fanno sentire, così può accadere che la generosità prevalga sulla qualità, ma di certo siamo anche abituati a fare pallacanestro e credo che le partite possano comunque risultare piacevoli».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.