Scontro sindacale all’ospedale, tra confederali e Usb

Il sindacato di base accusa: "I rappresentanti di Cisl e Cgil hanno abbandonato il tavolo della trattativa per non farci partecipare"

Scontro sindacale all’Ospedale Sant’Antonio Abate. Le accuse vengono dalla Unione Sindacale di Base, il sindacato che avanza in alcuni ambiti ospedalieri. «I rappresentanti sindacali di Cisl e Cgil hanno abbandonato il tavolo per non farci partecipare alla delegazione trattante» dice Salvatore Petrenga, delegato Usb. Il tavolo di confronto con l’azienda era dedicato a diversi punti, come la pronta disponibilità, gli orari, i tempi di vestizione. La Usb denuncia: «Gli altri sindacati ci hanno detto che possiamo partecipare solo come uditori», ricordando al contempo l’attività crescente, ad esempio a sostegno delle rivendicazioni dei tecnici di radiologia (uno dei punti contestati all’azienda era proprio quello della pronta disponibilità).

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.