Scuola materna: “Busto più economica di Saronno”

Nuovo affondo della Lega Nord sull’aumento delle rette scolastiche basato sulle fasce di reddito, operato dall’amministrazione comunale

Non si placa la polemica sull’aumento del costo della scuola materna. La Lega accusa: «Un costo che grava soprattutto su quelle famiglie con figli piccoli in cui entrambi i genitori lavorano. Non facciamo terrorismo politico. Stiamo citando delle cifre che danno fastidio solo perché vere.
La retta per le scuole materne passa infatti da 48,00 a 62,00 euro per la fascia ISEE maggiore – ribadisce il consigliere comunale leghista Raffaele Fagioli -. Siccome la matematica è fissa ed invariabile l’aumento è del 29%. Certo è che se si vogliono sommare mele e pere (come ci hanno insegnato di non fare alla scuola elementare) è possibile mediare l’aumento delle rette con il costo dei pasti. Ci fosse un incremento dei pasti nell’ordine del 30% la cosa diventerebbe un caso nazionale, altro che i 30 km/h».
La Lega Nord cita anche alcune città della zona, come operano nel settore: «A Busto Arsizio la retta per gli asili nido è al massimo di 436,00 euro al mese contro i 660,00 euro di Saronno; a Busto Arsizio le rette si pagano posticipatamente entro il giorno 20 del mese successivo, e non anticipatamente entro il giorno 5 del mese come a Saronno. A Busto Arsizio il secondo figlio paga il 50% della retta ed il 50% dei servizi (trasporto scolastico, mensa, pre e post scuola), il terzo figlio usufruisce della gratuità dei servizi. Quindi Busto Arsizio si dimostra più attenta e sensibile al sostegno delle famiglie di lavoratori con figli rispetto a Saronno. Tariffe e rette bustocche, seppur superiori in valore assoluto, risultano più economiche proprio per le famiglie “numerose” (basta avere due figli in età scolare)».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 31 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.