Sinistra e Libertà arriva al 3,14%: “Speravamo di più, ma cresciamo”

Lo scorso anno presero alle regionali l'1,3%. I "vendoliani" fanno buon risultato ad Arnate, Cascinetta, Crenna. Ma conquistano anche alcuni seggi di nuovi residenti

Un risultato più basso delle aspettative, ma utile per il futuro. Sinistra Ecologia e Libertà non nasconde certo un po’ di delusione: «Abbiamo raggiunto il 3,14%. Pensavamo sinceramente che avremmo raggiunto il 4%. Eleggeremo un consigliere solo in caso di vittoria al ballottaggio. Cosa che non crediamo impossibile. Dipenderà dalla capacità di convincere i cittadini della possibilità concreta di cambiare. Non ci sono più scuse: o si cambia con Guenzani o si dà al via libera al PdL, a continuare a fare quel che ha fatto in questi anni». D’altra parte i ragazzi di SEL osservano l’ottima progressione rispetto alle regionali dello scorso anno, prima prova per i vendoliani a Gallarate: «passiamo dai 286 voti (l’1,3%) di un anno fa a 746 voti» osservano. Ad Arnate e Cascinetta buoni risultati anche grazie alla presenza di candidati conosciuti, mentre a Crenna potrebbe aver avuto il suo peso la campagna di difesa dell’ambiente e contro l’ecomostro (punta massima del partito proprio a Crenna, al seggio 22, dove arriva al 6,11%). Buono anche il risultato a Madonna in Campagna, se si considera che qui il centrosinistra ha comunque sfondato soprattutto con il Pd. Dati decisamente bassi nelle roccaforti del centrodestra come Cajello. Interessante anche il dato di Sciarè: Sel prende poco nei due seggi della parte "storica" del rione (dove stravince Città è Vita) e sfiora invece il 5% nel seggio 39, con molti nuovi residenti.
Sel rilancia comunque l’appello ai suoi elettori: «Ora si deve provare a cambiare davvero la città: chi finora ha sostenuto la necessità di voltare pagina, di mettere fine al malaffare e alla cementificazione del PdL non può che votare Guenzani. Ogni altra scelta sarebbe un chiaro favore al PdL e al mantenimento delle sue politiche», pur in presenza di un segnale forte al primo turno.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.