Sommaruga:”Noi indipendenti lavoreremo con il paese”

Anche la lista "Noi Insieme" ha tenuto l'ultimo incontro elettorale. "Nostro obiettivo sarà l'apertura verso il cittadino"

Si è concluso con una cena l’ultimo appuntamento della campagna elettorale della lista “Noi Insieme” che ieri sera, domenica 8 maggio, ha apparecchiato a tavola per 130 persone al circolo “La Familiare”. Ora manca la volata finale ma il candidato sindaco è apparso più che soddisfatto: «è stata una campagna elettorale bella e coinvolgente – ha spiegato ieri Francesco Sommaruga - e sono orgoglioso di tutto il gruppo che mi accompagna perché lavora e partecipa con un impegno straordinario».
Sommaruga ha ripercorso tutte le tappe che lo hanno condotto fino all’ultima settimana prima del voto: dallo scorso 20 marzo, quando è stata presentata la squadra, alle serate di approfondimento su ambiente, territorio e finanza Pubblica, «sono felicissimo soprattutto di quello che hanno fatto i giovani della nostra lista, con gli incontri settimanali dedicati ai giovani, i tanti appuntamenti organizzati e le biciclettate domenicali per fra conoscere meglio i problemi del paese. Sono convinto del valore delle persone che mi affiancano – ha spiegato Sommaruga – e mi auguro che anche l’elettorato possa averlo capito».
Il candidato ne ha approfittato anche per togliersi qualche sassolino dalle scarpe: «c’è stato qualche episodio che non abbiamo apprezzato – ha spiegato -, quando qualcuno ha cercato di classificarci in modo molto semplicistico. Vorrei chiarire una volta per tutte che noi siamo l’unica lista che si presenta alle elezioni in una posizione completamente indipendente. Non abbiamo simboli di partito e non siamo costretti a prendere posizioni di partito come è successo alle altre liste. Noi siamo una squadra formata da persone diverse, ognuna delle quali ha le sue idee e la sua storia, ma che insieme lavorano e trovano una sintesi nel rispondere ai problemi dei cittadini per mettersi al servizio del paese».
Ed è una sintesi che in prima battuta ha portato alla stesura di un programma «fatto e studiato da un gruppo capace, e rivisto insieme a professionisti per ogni materia, e che tra i tanti punti in cui è strutturato ha due obiettivi in particolare: aumentare la partecipazione di tutti e recuperare un senso civico che negli ultimi anni si è andato disperdendo».
Da qui le proposte di riprendere l’esperienza del consiglio comunale per i ragazzi e istituire la cerimonia della consegna di una copia della Costituzione al compimento dei 18 anni. «Ma soprattutto – ha concluso Sommaruga - ridare al paese la possibilità di fare scelte condivise istituendo le commissioni, organizzando assemblee pubbliche e il bilancio partecipati dai cittadini. Perché l’apertura verso il cittadino sarà una nostra prerogativa sia nei confronti di chi ci voterà ma anche di chi, legittimamente, sceglierà di non farlo».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.