Super rimonta MC-Carnaghi, la finale torna in parità

Incredibile gara 2 di finale scudetto al Forum di Assago: Villa Cortese va sotto di due set con la Foppapedretti, poi recupera e chiude 15-13 al tie break. E giovedì sera si torna in campo a Bergamo

La forza della disperazione, l’orgoglio della grande squadra o la voce dell’incoscienza? Impossibile rispondere con certezza, quello che è certo è sull’orlo del tracollo Villa Cortese improvvisamente si risveglia, ribalta un match che sembrava già scritto e rimette in parità la serie scudetto. Se non si tratta di miracolo, certamente è uno spettacolo straordinario.
A raccontare una partita infinita si fa, paradossalmente, in fretta: la MC-Carnaghi butta via ai vantaggi due set che non avrebbe meritato di vincere, per imprecisione e forse per un po’ di paura. Ma a partire dalla battuta e dal muro la squadra si ricompatta, ritrovando alla grande anche una Hodge fino a quel momento “fantasmatica” e da lì in poi protagonista assoluta (24 punti con il 44%). Alla fine è proprio l’attacco a fare la differenza tra le due squadre, per il resto appaiate in tutti i fondamentali. Il tie break regala gli ultimi brividi, ma le biancoblu sono in palla e non falliscono l’occasione.
La serie continua giovedì sera con un’altra sfida da brividi: Bergamo, con due partite in casa da giocare, è sempre teoricamente in vantaggio, ma gli equilibri psicologici della finale sono decisamente cambiati e Villa Cortese può davvero tornare a dire la sua nella corsa al tricolore.

LA PARTITA – Pubblico ancora numeroso e grande entusiasmo al Forum, ma rispetto a domenica c’è certamente maggiore tensione: la MC-Carnaghi si gioca l’intera stagione e lo fa con il suo sestetto titolare, così come le avversarie della Foppapedretti. E il primo punto della partita è subito uno scambio interminabile, chiuso da un attacco di Arrighetti. Villa fatica a ingranare, Bergamo le dà una mano con tre errori (6-4) ma ancora una volta la serata di Hodge non sembra delle migliori. Un attacco out di Aguero riporta avanti la Foppa sul 9-11, vantaggio mantenuto (12-14, 13-15) grazie all’attacco al centro delle implacabili Nucu e Arrighetti, che poi si ripete anche a muro per il 14-17. Su uno dei rarissimi errori di Bergamo le biancoblu provano a costruire la rimonta (18-20) e un muro di Anzanello su Piccinini vale il 20-21, ma subito dopo Nucu mura Hodge e costringe Abbondanza a chiamare time out. La solita Arrighetti si procura due set point (22-24), Cruz e Aguero li annullano entrambi: si va ai vantaggi, ma Ortolani con un mani-fuori fa 24-25 e il set si chiude sul 24-26 con un errore di Cruz. Bergamo prova a scappare anche nel secondo parziale con un ace di Piccinini (3-5) ma viene raggiunta sul 6-6; un clamoroso “misunderstanding” difensivo sulla battuta di Arrighetti (8-10) testimonia il momento non facile della MC-Carnaghi, che si tiene su grazie al mestiere di Aguero, ma non può nulla sulla pipe dell’11-14 di Piccinini. A cavallo del secondo time out tecnico Ortolani ferma due volte a muro Cruz (12-17), ma Calloni ci crede ancora ed è lei la grande protagonista di un break di 5-0 che riporta Villa in parità sul 19-19. Bergamo però è sempre avanti nel punto a punto finale: Aguero e Cruz annullano i primi due set point, Bosetti si guadagna il terzo (25-26) e ancora una volta il set si chiude con un errore, in questo caso di Aguero. MC-Carnaghi a un passo dal tracollo, e l’inizio del terzo parziale non aiuta: subito 0-2 con ace di Lucia Bosetti ed errore di Cruz. La portoricana subisce anche il muro di Ortolani per l’1-4, ma si riscatta mettendo la sua firma su un nuovo parziale di 5-0 che rimanda avanti Villa (9-7). La battuta cortesina in questo set è più incisiva e i risultati si vedono: Aguero sigla tre punti consecutivi (un muro) per il 12-8, Calloni con un attacco e un muro fa 16-10. Il pubblico si rianima e torna a credere nel miracolo, la Foppa torna sotto con Piccinini (23-20) ma Hodge con due attacchi spegne le velleità avversarie e riapre la partita. Fin qui tutto va proprio come in gara 1. Hodge però si è svegliata e si vede: 3 punti nel 4-3 iniziale del quarto set. Difesa e muro fanno la differenza per l’8-5 firmato da Calloni, Megan si esalta bloccando Nucu (12-8) che risponde subito a tono su Anzanello: la partita ora è entusiasmante, soprattutto per Villa, che vola di nuovo sul 17-11 con la scatenata Hodge (e due errori di Ortolani, sostituita da Vasileva). Bergamo scompare, Cruz firma il 20-14 e poi il 22-15; il finale è tutto biancoblu con Aguero che porta le squadre al quinto set.

IL TIE BREAK – Inizia ancora benissimo la MC-Carnaghi: muro di Calloni e due volte Cruz per il 3-1. Bergamo fa punto in ricezione con Piccinini ma Vasileva, confermata tra le titolari al posto di Ortolani, sbaglia per il 7-4. Al cambio di campo è 8-5 per Villa, poi Aguero si fa beffe del muro di Arrighetti e realizza il 10-6; Nucu però non si arrende e Bergamo recupera due punti. Piccinini alimenta le speranze ospiti murando Aguero (11-10), la Foppa si tiene aggrappata alla partita con Nucu (13-12) ma Anzanello si procura due match point. Sul primo Hodge sbaglia la battuta, sul secondo è ancora il capitano a chiudere definitivamente i conti e mandare le biancoblu sotto la curva per l’applauso ai tifosi.

MC-Carnaghi Villa Cortese-Norda Foppapedretti Bergamo 3-2 (24-26, 25-27, 25-20, 25-17, 15-13)
Villa C.: Anzanello 11, Berg, Lanzini ne, Negrini, Cruz 18, Cardullo (L), Hodge 24, Aguero 25, Calloni 11, C.Bosetti, Rondon, Jontes ne. All. Abbondanza.
Bergamo: Ortolani 17, Nucu 19, Signorile, Fanzini, Carrara (L) ne, Merlo (L), L.Bosetti 16, Piccinini 14, Arrighetti 11, Lo Bianco, Vasileva 3, Zambelli ne. All. Mazzanti.
Arbitri: Omero Satanassi e Daniele Rapisarda.
Note: Spettatori 4620. Villa: battute vincenti 0, battute sbagliate 10, attacco 47%, ricezione 84%-65%, muri 11, errori 23. Bergamo: battute vincenti 2, battute sbagliate 10, attacco 41%, ricezione 83%-67%, muri 11, errori 25.

IL PROGRAMMA
Serie 1-1. Gara 3 giovedì 2 giugno ore 20.30 (a Bergamo); gara 4 sabato 4 giugno ore 20.30 (a Bergamo); eventuale gara 5 lunedì 6 giugno ore 20.30 (ad Assago).

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 31 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.