Taccheggio e liti in famiglia

Tre piccoli episodi risolti dalle volanti della questura

Sabato mattina la Volante ha fermato in Piazza XX Settembre una coppia di cittadini rumeni, marito e moglie, rispettivamente di 47 e 37 anni, entrambi senza fissa dimora e con molteplici precedenti.

Dagli accertamenti effettuati in banca dati è emerso inoltre che a carico dell’uomo pendeva un ordine di cattura per esecuzione di ordine di carcerazione, emesso dalla Procura della Repubblica di Milano, per l’espiazione di mesi otto di reclusione.

L’uomo, espulso, era rientrato clandestinamente sul Territorio Nazionale: è stato arrestato e condotto presso la Casa Circondariale di Varese.

In serata, presso il Centro Commerciale “Iper” di viale Belforte, all’interno del negozio “MediaWorld”, gli operatori della Volante hanno tratto in arresto un cittadino italiano di 38 anni, varesino, senza fissa dimora e con numerosi precedenti per reati contro il patrimonio.

Il personale antitaccheggio aveva notato sin dall’inizio le manovre dell’arrestato il quale, dopo aver prelevato il cellulare, si è appartato in un angolo del negozio, ha rotto la confezione e ha nascosto il contenuto nelle tasche, gettando l’involucro a terra.

L’uomo ha poi tentato di oltrepassare le casse, ove l’allarme antitaccheggio è entrato in funzione: in quel frangente è stato fermato dagli addetti.

Gli Agenti della Volante lo hanno arrestato per furto aggravato e lo hanno condotto presso la Casa Circondariale di Varese.

Intorno alla mezzanotte, la Volante è intervenuta per una segnalazione di lite in famiglia: la chiamata proveniva da una signora che chiedeva l’intervento della Polizia di Stato nei confronti del figlio, aggressivo e violento nei confronti suoi e del fratello.

L’uomo, cittadino italiano di 38 anni, con molteplici precedenti per furto, rapina, oltraggio, violenza e resistenza a pubblico ufficiale, palesemente ubriaco, si è avventato anche contro gli operatori della Volante, insultandoli pesantemente.

Constatata l’impossibilità di riportarlo alla calma, l’uomo è stato arrestato per minaccia, violenza e resistenza a pubblico ufficiale e condotto presso la Casa Circondariale di Varese.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.