Un “flash mob” per dire sì all’acqua pubblica

Si è tenuto questo pomeriggio, sabato 14 maggio, in Piazza Monte Grappa da parte di una ventina di persone e organizzato dal comitato "Due sì per l'acqua bene comune"

Un flash mob in Piazza Monte Grappa per dire "Sì all’acqua pubblica". Oggi pomeriggio, sabato 14 maggio, nonostante la pioggia, una ventina di persone hanno scelto di tenere una dimostrazione pubblica in vista del referendum del 12 giugno. L’evento è stato organizzato da un comitato spontaneo, che ha deciso di chiamarsi "Due sì per l’acqua bene comune" ed è nato tre mesi fa. «Abbiamo deciso di costituire un comintato provinciale varesino – spiega Giuseppe Fedele, portavoce del gruppo -. Siamo sostenuti da diverse associazioni come Legambiente, Arci, Ampi ma anche da cittadini e cerchiamo di sensibilizzare al voto del 12 giugno. Vogliamo che l’acqua resti un bene comune».

Galleria fotografica

Flash mob per l'acqua 4 di 15

Il raduno in piazza è il primo di diverse iniziative che il comitato metterà in atto: «ogni fine settimana saremo nelle piazze varesine con un gazebo. Stiamo cercando di collaborare con la Provincia e il suo Presidente per fare in modo che ci sia una collaborazione e una risposta anche da parte loro su questo tema».

Meno di tre minuti, il flash mob è nato come il racconto di una breve storia. Le persone si sono straiate per terra e sulle panchine aspettando di essere "innaffiate" da un bambino. Un fiore che nasce dall’acqua, elemento essenziale della nostra esistenza. «Per il giorno precedente al referendum stiamo anche pensando ad un concerto di "idrofoni", una sorta di rumori nati dall’acqua e da elementi naturali».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 maggio 2011
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Flash mob per l'acqua 4 di 15

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.