Walter Gadda e la pittura essenziale

Alla Galleria Villa Morotti le opere dell'artista bergamasco. Rigore esterico e purismo delle superfici

Galleria Villa Morotti presenta le opere di Walter Gadda, artista il cui lavoro si radica nel clima concettuale delle “strutture primarie” (Robert Ryman e Frank Stella), coniugando il rigore compositivo ed estetico di queste ricerche con il purismo delle superfici monocrome della tradizione pittorica americana da Rothko fino a Agnes Martin e Ad Reinhardt .

Nelle opere di Gadda la materia pittorica e la materia industriale trovano una sintesi dialettica, attraverso il ruolo essenziale che l’artista dà al concetto di percezione. La ricerca sulla superficie, sulla “oggettualità” della pittura, così come viene condotta dall’artista, non va verso e nemmeno muove da quello che potrebbe apparire come un “grado zero” della pittura, ma sorge da un ampio orizzonte di radicamento storico, in cui Gadda ripropone la questione di una pittura essenziale e concettualmente autonoma, ponendo al centro il concetto di percezione.

Nelle opere dell’artista le operazioni di riduzione o concentrazione della materia pittorica e della materia industriale spingono verso una visività ricercata, intensificata. Gadda si confronta con  tecniche e materie estranee alla tradizione della pittura, si serve infatti del fuoco, di materie plastiche e metalli, di materiali che, sul piano storico, sono andati sostituendosi alla morfologia della natura, e hanno costruito l’ambiente e il paesaggio. Tra natura e artificio non v’è antitesi e l’artista nel labile confine tra le due rintraccia e colloca la propria dimensione.

Walter Gadda nasce a Bergamo nel 1950. Dopo studi classici e artistici, si laurea in Architettura al Politecnico di Milano nel 1977. Responsabile artistico dal 1976 presso un’importante industria di rivestimenti murali, nel 1980 fonda un proprio atelier di design per tessuti d’arredamento e carte da parati, collaborando con importanti aziende europee, particolarmente in Germania, Francia e Paesi Bassi. Contemporaneamente, dagli anni ‘70, prosegue la propria ricerca in ambito artistico, con particolare riguardo alla pittura, e partecipa a numerose esposizioni personali e collettive in Italia e all’estero. La sua attenzione si rivolge, inoltre, alla ceramica, con numerose creazioni, alla fotografia e all’illustrazione, attraverso la collaborazione con case editrici italiane. E’ del 1988 la realizzazione di un film-documentario sulla Ville-Lumière. L’inizio degli anni ‘80 lo vede impegnato nell’oreficeria d’arte, creatore di gioielli e piccole sculture in materiali preziosi, quali oro, argento, pietre. Dal 1987 è titolare della cattedra di Discipline Pittoriche presso il Liceo Artistico statale di Bergamo; impiego al quale rinuncerà nel 1994 per dedicarsi interamente all’attività pittorica, con assidua presenza espositiva in mostre personali, eventi e manifestazioni artistiche. Sue opere figurano in numerose collezioni private e alcune pubbliche in Francia, Svizzera, Germania e Italia, paesi nei quali vive e opera alternando lunghi a più brevi soggiorni.

 

WALTER GADDA
14 maggio – 26 giugno 2011
GALLERIA VILLA MOROTTI
PIAZZA MONTEGRAPPA 9
21020 DAVERIO – VARESE
TEL-FAX 0039 (0) 332 947123
www.galleriavillamorotti.it
info@galleriavillamorotti.it
da martedì a sabato 10.00-12.30 / 1.00-19.00 – domenica 15.00-19.00

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 maggio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.