“30 all’ora, i detrattori non propongono nulla”

La risposta dell’Italia dei valori alle critiche della Lega Nord sul provvedimento ormai in vigore da quasi un anno

Per l’ennesima volta leggo critiche da parte degli esponenti locali della Lega Nord sul provvedimento riguardante le Zone 30. Tuttavia da parte loro non ho visto presentare in questi mesi alla cittadinanza, o almeno ai loro stessi elettori, alcun tipo di proposta su carta riguardo alla diversa applicazione delle Zone 30 nel nostro piccolo territorio saronnese. Una proposta sulla quale avrei avuto il piacere di confrontarmi senza preconcetti.
Questo è da sottolineare perché politicamente è ormai consuetudine mostrarsi contrari a qualcosa che viene realizzato dalla maggioranza, ma senza proporre alternative concrete e adducendo solo vaghe linee di principio.
Noi dell’Italia dei Valori, sia a livello nazionale che locale, cerchiamo il confronto sulle idee e sulle proposte e se non ci troviamo d’accordo su qualche provvedimento ne proponiamo sempre una concreta alternativa. Vorremmo che la politica saronnese si facesse contagiare da questo modo di affrontare l’impegno pubblico, perché la città ha bisogno di soluzioni. Ogni Consigliere comunale, iscritto di partito e cittadino può avere l’idea valida da poter realizzare e di cui si potrebbe prendere merito e onori.
Invece spesso si sceglie la semplice contrapposizione dialettica, trasformando le Istituzioni in un’arena e l’elettorato in tifoserie. Il confronto su questioni concrete è segno di onestà politica e di impegno sincero.
Gli incontri con la cittadinanza sono il modo migliore per avvicinare amministrazione e cittadini, come utili sarebbero anche le raccolte firme. La differenza è che negli incontri con i cittadini, l’amministrazione spiega i motivi che hanno portato alla creazione delle Zone 30 a Saronno e i perché siano stati realizzate in questo modo, lasciando ampio spazio agli interventi dei vari cittadini presenti che ricevono un riscontro e puntuali risposte dall’assessore in tempo reale. Nella raccolta firme anti-Zone 30, invece, non vengono messe sul tavolo argomentazioni e idee alternative.
Se poi aggiungiamo la notizia che il Parlamento Europeo ha appena approvato una risoluzione che prospetta l’introduzione del limite di 30 km/h nelle aree residenziali, è l’ennesima argomentazione a favore delle Zone 30 introdotte nella nostra città.
Approfitto per invitare i saronnesi a partecipare al 2° incontro sulla mobilità cittadina che si terrà il 31 ottobre presso il Centro Sociale Cassina Ferrara di via Prampolini, 2, alle ore 21.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.