30,8 gradi: è l’ottobre dei record

Giornata di piena estate, ma il caldo “mollerà la morsa” a partire da giovedì. Manca all’appello il 20 per cento delle piogge

caldo fotoIl caldo sta per “mollare la morsa”. La frase la dicono al Centro Geofisico Prealpino, ma se viene pronunciata quando per il 90 per cento dei cittadini il mare è un ricordo da calendario da tavolo, e che tra l’altro segna la metà di ottobre, qualcosa di strano c’è.
«Questo è un ottobre da record senza alcun dubbio per le temperature – spiega Paolo Valisa dal Centro Geofisico Prealpino, con in mano i dati strabilianti di oggi, 11 ottobre 2011, data “storica per gli annali” del Centro. La colonnina di mercurio ha segnato 28,7 gradi a Lazzate, nel Saronnese, 27,9 in Valganna, e addirittura 30,8 a Malpensa». C’è poco da commentare: fa caldo, un caldo fuori stagione che stordisce e fa sudare, dal momento che la mattina le temperature sono basse, entro i limiti di stagione. Poi esplode l’estate in autunno a ridosso dell’ora di pranzo. «Sì è così – dice Valisa – la notte si allunga e le temperature scendono, anche fino a 8 gradi. Quindi le mattine sono fresche, ma nel prosieguo della giornata si alzano, e di molto. L’ultima volta che si è segnato un ottobre con questi numeri è stato nel ‘97: il precedente è con precisione del 3 ottobre 1997, ma allora vi furono i 27,8 gradi a Varese contro i 28,2 di oggi!».
Ora cosa succederà? Non dica che arriva la neve. «No, neve no, non ancora – dice sorridendo Valisa, del Centro Geofisico Prealpino – ma certo cambierà a breve. Mercoledì (domani ndr) ancora caldo. Giovedì giornata calda ma con un lieve sbuffo di aria fresca che arriverà da Est, dai Balcani, e quindi sarà certamente più continentale. Da venerdì dovremmo tornare nelle medie stagionali e qualche sorpresina, per quanto riguarda il freddo, potrebbe arrivare da metà di settimana prossima, ma nulla di grave».
E con l’acqua a che punto siamo? «Arriviamo da altri mesi di record per quanto riguarda il caldo: alla fine di settembre abbiamo registrato le temperature più calde di sempre. Agosto è stato il secondo mese più caldo di sempre. Diciamo che dall’inizio dell’anno solare – primo di gennaio 2011 – mancano all’appello 337 millimetri di piogge. Tradotto in percentuali indica un valore pari al 20 per cento delle piogge annuali».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.