Al via la nuova stagione del ristorante del Falcone

I ragazzi dell’indirizzo alberghiero si cimentano con pause pranzo, cene di gruppo, servizi catering e serate a tema. Venerdì 21 l’omaggio ai prodotti tipici dell’Alto Varesotto

Puntuale come il suono della prima campanella, riapre il ristorante “Saperi e Sapori” gestito dai ragazzi che frequentano l’istituto alberghiero “Falcone”. Anche quest’anno, gli aspiranti chef e i futuri maitre gallaratesi offrono al pubblico un giornaliero servizio di ristorazione, sono disponibili per allestire pranzi o cene per gruppi, gestiscono catering per cerimonie e propongono un calendario di serate a tema da leccarsi i baffi. «Un’offerta variegata, che consente agli studenti del «Falcone» di misurarsi direttamente con il mondo del lavoro e, all’istituto, di farsi anche impresa, affiancando all’offerta educativa e culturale un servizio professionale che ne valorizza le potenzialità, anche economiche», commenta Silvano Gomaraschi, l’insegnante responsabile dell’indirizzo alberghiero.

Appuntamento al “Falcone” per la pausa pranzo, dunque, che si può consumare nell’accogliente sala di via Matteotti 4 a partire dalle 13,15 di tutti i giorni, ad eccezione della domenica. Fornisce i dettagli dell’offerta il professor Gomaraschi: «La formula degli anni passati non è cambiata: si può scegliere tra il menù degustazione a 18 euro, il menù alla carta a 10 euro e il piatto unico a 6 euro. Il tutto è preparato e servito dagli alunni delle classi seconde e terze dell’indirizzo alberghiero e dolciario».Durante i mesi scolastici, inoltre, il ristorante “Saperi e Sapori” apre su prenotazione per allestire pranzi o cene di lavoro e per gruppi e per organizzare servizi di catering a supporto di eventi e cerimonie: «Anche in questo caso, sono i ragazzi ad occuparsi di cucina e sala, ovviamente sempre con la supervisione degli insegnanti», nota Gomaraschi.

Come ogni anno, poi, tornano gli appuntamenti culinari a tema aperti al pubblico. La prima serata del nuovo ciclo scolastico è in programma venerdì 21, a partire dalle 20 e rende omaggio ai prodotti tipici delle valli dell’Alto Varesotto, dove si trovano piccoli, ma preziosi “giacimenti gastronomici”, emblema di un legame con la natura che resiste grazie alla tenacia di pochi e coraggiosi agricoltori e allevatori. La serata, dal titolo “Suggestioni d’alpeggio”, si apre con un “trio Valcuvia” composto da “Pane e San Carlin, Frittelle al salamino di capra, Sciatt d’importazione” e prosegue con un tortino al “creme casere”, bresaola e cicorino di campo. Due i primi piatti: “Lasagnette con erborinato, castagne del Brinzio e miele varesino” e “Risotto e Casseula all’ultima moda”. Si prosegue con cinghiale e crostone di polenta, un assaggio di formaggi di capra e un delizioso “budino di piccoli frutti e salsa alla grappa di lago”. Costo della serata, comprensiva di acqua, vino e caffè è di 30 euro.

Per prenotare il proprio tavolo o per richiedere i servizi gastronomici dei ragazzi del “Falcone” è necessario telefonare allo allo 0331 774605 o scrivere una mail a ipcalberghiero@virgilio.it.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.