Alessandra De Stefano tra Fausto e la “Dama Bianca”

La giornalista Rai è ospite lunedì 24 dell'Insubria University Club di villa Toeplitz per presentare il suo libro su Coppi e Giulia Occhini

Sarà un’ospite davvero speciale quella chiamata dall’Insubria University Club a Villa Toeplitz nel pomeriggio (17,30) di lunedì 24 ottobre. Le eleganti sale dove si ritrovano i professori dell’università varesina accoglieranno infatti un volto noto del giornalismo sportivo, l’inviata della Rai sulle strade del ciclismo, Alessandra De Stefano. Accompagnata da Cesare Chiericati, giornalista e scrittore di casa nostra, la De Stefano presenterà – o meglio, racconterà – ai soci del club il suo ultimo libro. Non una raccolta di eventi sportivi, bensì un "viaggio" all’interno della coppia più discussa di sempre nel mondo del ciclismo, quella formata dal campionissimo Fausto Coppi e da Giulia Occhini, la "dama bianca" di Varano Borghi che stregò il fenomenale corridore italiano (nel fotogramma, i due subito dopo la vittoria di Coppi al Mondiale di Lugano nel 1953).
Il suo "Giulia e Fausto", scritto con garbo ma anche con una documentazione rigorosa, ripercorre una storia famosa, discussa, intricata e intrigante con tanti risvolti anche in chiave locale. Basti pensare che l’avvocato della Occhini fu Lino Oldrini, varesino che poi divenne sindaco della Città Giardino che gli ha intitolato il palasport di Masnago. Nel libro non manca la testimonianza del figlio avuto dalla "dama" con il marito, quella di Faustino costretto a nascere in Sudamerica per evitare ulteriori guai e pure la corrispondenza tra Giulia e Fausto durante la loro relazione. Un lavoro, edito da Rizzoli, che dà spazio a una storia incredibile, maturata nel dopoguerra e che ha fatto da sfondo a tante imprese sportive e, giocoforza, alla vicenda umana di tanti italiani, tifosi e non.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.