Anche Busto lascia MalpensaFiere, ci penserà PromoVarese

Mentre l'amministrazione annuncia la cessione delle rimanenti quote per 150 mila euro Amoroso promette un futuro di rilancio con l'emanazione della Camera di Commercio pronta a gestire il polo fieristico

MalpensaFiere non morirà come ente fieristico. Lo ribadisce la Camera di Commercio con una nota stampa da parte del suo presidente Bruno Amoroso che possiede la quota di maggioranza della società che gestisce il polo fieristico. Amoroso cerca di mettere a tacere così le polemiche che da più parti parlano di una prossima chiusura di MalpensaFiere come luogo di esposizioni. Proprio due giorni fa se n’è discusso anche in commissione bilancio a Busto Arsizio. I consiglieri hanno discusso la proposta della Camera di Commercio di acquisire il rimanente 12,5% di quote societarie ancora di proprietà della città di Busto Arsizio che, quest’anno, non ha ricapitalizzato la sua partecipazione. Camera di Commercio le acquisirà per 150 mila euro sancendo la fine stessa della società MalpensaFiere Spa e aprendo la strada a PromoVarese, società della Camera di Vommercio, che gestisce già Ville Ponti.

«Altro che declino o navigazione a vista! Il percorso di MalpensaFiere è tracciato e la Camera di Commercio, come maggiore azionista, ha il dovere e il diritto di indicare chi deve portare con successo la nave in porto». E’ molto chiaro il presidente Bruno Amoroso nel confermare nuovamente quale sia il quadro veritiero circa il futuro del Centro Esposito Polifunzionale di Busto Arsizio. La volontà dell’ente di proseguire nel suo cammino di valorizzazione piena di MalpensaFiere, del resto, è espressa in toto nella delibera che il 29 settembre scorso il Consiglio Camerale ha approvato all’unanimità. «Non occorre insomma far riferimento – riprende Amoroso – ad analisi di presunti esperti che tutto sanno, ma nulla approfondiscono».

Il Presidente ricorda poi ancora una volta che, come già definito, dal 1° gennaio 2012 MalpensaFiere sarà gestita da PromoVarese, azienda speciale della Camera di Commercio. Una gestione che, integrando la struttura di Busto Arsio con il Centro Congressi “Ville Ponti” di Varese, andrà a costituire un asset di ospitalità congressuale e convegnistica di tutto rilievo e che avrà ben pochi rivali in Lombardia per varietà, quantità e qualità di spazi, strutture e tecnologia.

Il risultato sarà una migliore e più redditizia amministrazione anche della stessa MalpensaFiere a beneficio del sistema economico varesino – promette Amoroso. Sistema economico varesino al cui supporto è e sarà sempre ispirata l’attività di Centro Espositivo Polifunzionale bustese. «Come Camera di Commercio – conclude il Presidente – confido poi che il Comune di Busto Arsizio, come sempre il sindaco Farioli ha giustamente garantito, confermi la destinazione d’uso dell’area a utilizzo pubblico, mantenendo inalterata la funzione dell’immobile».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.