Anche l’Insubria al salone delle scienze della vita

L'ateneo varesino ha partecipato a Life Med con uno stand dove ha presentato l'attività dei suoi dipartimenti

stand università dell'insubria a life medDal 5 al 7 ottobre 2011 si è tenuto in Fieramilanocity Life-Med 2011, il Salone internazionale delle scienze della vita. Partecipanti ed espositori di 21 paesi si sono alternati tra gli stand espositivi delle diverse sezioni, tra cui quella delle biotecnologie.
Numerosi visitatori provenienti da Europa, Asia e Stati Uniti hanno visitato lo stand dell’Università dell’Insubria presidiato nei tre giorni dell’esposizione dalla Dottoressa Tiziana Alberio e dal Professor Mauro Fasano della sede di Busto Arsizio del Dipartimento di Scienze Biomediche, Informatiche e della Comunicazione. In questa sede sono state presentate le possibilità di collaborazione con le imprese attraverso prestazione di servizi, ricerca commissionata e ricerca collaborativa.

Tra le altre, sono state presentate le attività di servizio per le imprese della Protein Factory, diretta dal Professor Loredano Pollegioni del Dipartimento di Biotecnologie e Scienze della Vita di Varese, e l’esperienza di collaborazione tra Università, Impresa e Sanità pubblica che ha portato alla realizzazione del progetto ParIS – Parkinson Informative Systems – che ha comportato un cospicuo finanziamento privato all’Ateneo.

Tra le attività scientifiche del Salone particolare successo ha riscontrato il simposio sulle malattie neurodegenerative, coordinato dal Professor Mauro Fasano, biochimico della sede di Busto Arsizio dell’Università dell’Insubria attivo nella ricerca sulla malattia di Parkinson. Al simposio sono intervenuti il Professor Vincenzo Silani e la Dottoressa Barbara Poletti dell’Università degli Studi di Milano e IRCCS Istituto Auxologico Italiano, Milano, e la Dottoressa Laura Calzà dell’Università di Bologna "Alma Mater Studiorum". I relatori hanno illustrato le strategie e le nuove terapie volte a migliorare il trattamento di pazienti affetti da gravi patologie neurodegenerative quali Alzheimer, Parkinson, SLA e demenze. La discussione da parte del pubblico pervenuto appositamente è stata proficua, integrando i diversi contributi.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.