“Ancora grossi alberi tagliati a Villa Inzoli”

La denuncia da parte di Legambiente cittadina nell’area verde in centro città dove nei prossimi mesi sorgeranno diverse abitazioni e un parco pubblico

Ancora alberi tagliati in Villa Inzoli, zona in centro città dove nei prossimi mesi sorgeranno alcune abitazioni con una parte dell’area verde che diventerà pubblica. La denuncia arriva direttamente da Legambiente Tradate: «Abbiamo ricevuto in questi giorni numerose segnalazioni di cittadini allarmati che segnalavano la distruzione di una parte del parco di alberi di alto fusto di Villa Inzoli. Già l’anno scorso segnalammo a tutta la cittadinanza che “stranamente” venivano tagliati tutti gli alberi secolari più belli del parco della villa lasciando in piedi quelli morti e malati».
 
«Ci chiediamo cosa possiamo rispondere a tutti i cittadini se la logica di lottizzazione e del profitto domina ancora contro qualsiasi tentativo di introdurre un approccio più sensibile alle istanze dell’ambiente – commentano da Legambiente -. Il disboscamento di questi giorni in Villa Inzoli (un altro bosco che scompare per lasciar spazio a cemento-residenze di lusso), dopo tutto quello a cui abbiamo assistito in questi anni, non è che l’inizio di ciò che ancora avverrà in un prossimo futuro: scomparirà il grande parco secolare di Villa Mayer ad Abbiate ( una parte è già stata trasformata in un prato con tanto di vialetto illuminato!); scomparirà una enorme porzione di bosco adiacente alla nuova zona industriale interrompendo per sempre il corridoio ecologico della valle Olona (nuovo PIP); scomparirà il bosco di via Broggi (tanto difeso dagli abitanti del quartiere), che risultava di proprietà del comune e della chiesa; scomparirà il bosco adiacente alle vie Rigamonti- Mayer, ove già una parte di bosco è stata sacrificata per lo “sviluppo” una improbabile futura viabilità».  
«È evidente la nostra amarezza e la nostra frustrazione – concludono da Legambiente -, tuttavia il nostro operato continua, continuiamo ad educare i giovani, a piantare con essi nuovi alberi puntando su un cambio di mentalità e di cultura, sperando che in quel momento ci sia ancora qualcosa da salvare. Legambiente Tradate vorrebbe perlomeno constatare che l’Amministrazione, nella stesura dell’imminente Piano di Governo del Territorio, applichi il criterio di massimo rispetto per l’ambiente».

Galleria fotografica

Alberi tagliati a Tradate 4 di 8
di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 ottobre 2011
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Alberi tagliati a Tradate 4 di 8

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.