Arriva la “corsa della bricolla”

La quinta edizione domenica 16 ottobre 2011. È prevista anche una camminata

corsa bricollaUna manifestazione nata ad un tavolo tra amici e diventata famosa. Da una parte l’Hotel i Grappoli che da anni propone attività culturali, ricreative e manifestazioni diverse legate alle tradizioni locali e al territorio (vedi rassegna proprio sul contrabbando nel 2006, sull’emigrazione nel 2005, 2008, 2010 e 2011 nella quale si è parlato di anche di emigrazione sportiva, sulla Regione Insubrica nel 2007 e sui rapporti Malcantone-Luganese-Insubria nel 2009).
Dall’altra tre società sportive (2 dalla parte svizzera e 1 dalla parte italiana) che anch’esse propongono per i loro soci e per la gente locale diverse attività ricreative e sportive: l’Associazione Sportiva Sessa (che per quest’edizione si è però fatta da parte), la Società Ginnastica Ponte Tresa (che dopo le prime edizioni ha poi lasciato l’organizzazione) e la Polisportiva Valdumentina che è tuttora ancora coinvolta nella manifestazione.
Dal sogno di un paio di loro che da anni pensavano di rievocare i sentieri che percorrevano i contrabbandieri con una corsa si è passati alla concretizzazione della stessa realizzando al contempo anche il desiderio degli altri: di chi voleva da tempo una gara podistica che nella regione da qualche anno mancava (A.S.Sessa) e di chi (Sfg Ponte Tresa) voleva riprendere la camminata popolare che in passato si organizzava nella Regione. Il tutto come detto, inserendolo nell’organizzazione delle attività che i Grappoli dedica da anni a temi legati al territorio nei quali ha trovato diverse volte posto anche la storia del contrabbando.
OBIETTIVI – La corsa della Bricolla vuol essere una rievocazione storica del contrabbando che ha caratterizzato in modo intenso il passato e la storia di queste zone di frontiera facendo ripercorrere alla gente della nostra era i sentieri che una volta i nostri avi percorrevano per necessità durante le attività di contrabbando.
Vuole inoltre essere la dimostrazione pratica di una stretta collaborazione transfrontaliera al centro della Regione Insubrica che riesce ad unire la Valle Smeraldo e il Malcantone grazie ad un’attività sportiva che permette di ritrovare il piacere di vivere a stretto contatto con la natura.
Una collaborazione all’interno della Regione Insubrica che prima di voler collaborare a grande scala per proporre questa Macro-Regione sul piano europeo e internazionale deve dimostrare di saper collaborare sul piano del territorio “interstiziale”, a pochi kilometri al di quà e al di là della frontiera. Il tutto per far conoscere le bellezze paesaggistiche, culturali e storiche di questa regione.
La manifestazione vuole anche essere un’offerta turistica che permetta di scoprire le bellezze paesaggistiche, storiche e cultuarli che si ritrovano su questo percorso. Un sentiero con un forte significato storico da proporre ai nostri turisti per valorizzare il nostro territorio. Anche i premi scelti (in gran parte in natura) vogliono completare tale valorizzazione: infatti non mancano tra di essi il Merlot locale, le formagelle e i salametti del Luinese.
Il ripetersi di questa manifestazione anno per anno permetterà di ricordare questo concetto e di rafforzarlo con l’intenzione di creare un momento di festa aggregativo e associativo (ne è la testimonianza la maccheronata che seguirà).
PERCORSO – Dal campo sportivo di Sessa ai Grappoli, poi sentiero dell’acqua ripensata (creato nel 2000) per raggiungere le bolle di Sessa. In seguito nei boschi fino a Termine (frazione di Molinazzo) per poi raggiungere la Dogana di Palone. Passata la dogana raggiungere in mezzo ai boschi Dumenza. A questo punto la camminata e la gara podistica si dividono. La prima ritorna verso la Dogana e in direzione del “Sasso Biotto” si dirige poi all’interno dei nuclei delle frazioni di Suino e in seguito Bonzaglio per poi raggiungere Sessa. La seconda da Dumenza sale verso Astano, dalla Via Crucis per rientrare in territorio Svizzero dalla Vecchia Dogana “Il Cavagnino”. Passato il laghetto di Astano in mezzo ai boschi e dopo un tratto pianeggiante sopra il laghetto lo stesso scende in direzione della Costa per poi raggiungere passando sotto il suo acquedotto il paese di Sessa.
Nel finale camminata e gara podistica si ricongiungono e tra i vigneti che sovrastano la piscina dell’Hotel i Grappoli termina all’interno della corte stessa dei Grappoli.
Ricordiamo diversi punti sul percorso molto interessanti dal punto di vista paesaggistico, storico e culturale quali “Il Camino Baglioni”, “Il Mulino Trezzini”, “La cascata Lüvera” e via elencando fino ai due musei che si incontrano sul finale della camminata (il Piccolo Museo di Sessa, museo etnografico e quello della Miniera).
A Dumenza è previsto un traguardo volante mentre alla Dogana del Cavagnino ad Astano è previsto un premio speciale denominato “Passo del Contrabbandiere”.
LE DIVERSE TIPOLOGIE DELL’ATTIVITA’ – La manifestazione si distingue in tre tipi di attività. Da una parte la gara podistica competitiva che si divide in 6 categorie (uomini fino a 39 anni, da 40 a 49 anni e da 50 in su; donne fino a 34 anni, da 35 a 44 e da 45 in su); dall’altra la camminata popolare per tutti (famiglie, anziani e bambini) meno impegnativa.
Non manca però quella che è stata chiamata la rievocazione storica che prevede la camminata di alcune persone con la bricolla sulle spalle finalizzata a ricordare la storia dei contrabbandieri e dei sentieri che verranno ripercorsi.
La corsa della Bricolla può essere definita unica per le caratteristiche del suo percorso (quasi completamente su sentieri nei boschi) e per il fatto di essere una delle poche corse transfronataliere con i suoi vantaggi e svantaggi relativi al passaggio doganale.
Inoltre quest’anno con la modifica del percorso, attuato per evitare la discesa ripida del Sasso Biotto si è potuto raggiungere la distanza di 10 miglia esatte (16, 093 km) dandogli una particolarità in più che fa distinguere questa gara podistica dalle altre.
La camminata e il Nordic Walking rimangono invece invariati con una distanza di 13 km ca.
Diversi i premi previsti non solo per i più veloci ma anche per i più giovani, i più anziani, per le famiglie più numerose e diversi premi a sorpresa.
CURIOSITA’ – Madrine della manifestazione sono le sorelle Polli Marie e Laura che saranno presenti anche a questa 5a. edizione nella quale sarà anche presente Tamara Winkler nazionale e campionessa svizzera dei 1’500 metri.
Le premiazioni saranno effettuate da diverse personalità della Regione a partire dai sindaci dei comuni coinvolti al direttore di Malcantone Turismo senza dimenticare alcuni dei nuovi assessori della Comunità Montana Valli del Verbano.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.