Auto pirata? Il guidatore si fa vivo, ma nega tutto

"La Mini bianca che cercate è mia ma non ho fatto cadere il centauro". La vettura era stata indicata da un testimone che ipotizzava un inseguimento, però non ha visto l'impatto. E' giallo

E’ stata rintracciata la Mini Bianca che, secondo una parziale ricostruzione, potrebbe aver causato il ferimento di un motociclista, ieri pomeriggio, a Vedano Olona. Il 45enne alla guida della moto è caduto e ha subito un forte trauma, con l’amputazione di una parte della gamba. Questa mattina il guidatore della vettura si è presentato spontaneamente ai carabinieri, ma afferma di non aver nulla a che vedere con l’incidente. L’uomo, un medico della zona, ha riferito ai carabinieri di aver letto sui giornali, che gli inquirenti erano alla caccia di una vettura identica alla sua. Ha chiesto consiglio a un amico carabiniere e quindi ha deciso di recarsi in caserma per chiarire la sua posizione. Il pm Massimo Baraldo, che conduce le indagini, ha disposto degli approfondimenti. Da ieri i carabinieri cercavano una Mini Bianca, poiché la vettura era stata indicata da un testimone oculare. L’uomo racconta di aver visto, dalla finestra di casa, la Mini e la motocicletta sorpassarsi, come se vi fosse in atto una sorta di inseguimento. Tuttavia non è stato testimone diretto dell’impatto che ha percepito solo successivamente sentendo un rumore.

L’ipotesi del pirata della strada è per adesso un giallo da risolvere. L’uomo che si è presentato ai carabinieri ha raccontato che, nelle ore dell’incidente, egli stava effettivamente transitando nella zona della strada statale varesina, dove vi era anche una motocicletta, tuttavia ha riferito di aver proseguito e di non essersi accorto di alcun sinistro. Il guidatore della Mini ha anche spiegato che cosa stesse facendo a quell’ora in quel punto ma ha completamente respinto qualunque coinvolgimento.

Il pm di turno, Massimo Baraldo, sta ora valutando gli elementi raccolti dai carabinieri. La Mini è stata fotografata minuziosamente ma non è stata posta sotto sequestro. Sulla motocicletta, inoltre, pare non vi siano segni di tamponamento anche se non è un fatto decisivo, poiché non è da escludere che qualcuno abbia tagliato la strada al ferito. Per chiarire il punto, il pm Baraldo conta su due elementi: da un lato si spera che il centauro ferito possa riprendersi e raccontare la sua versione dei fatti. In seconda battuta la procura ha disposto la ricerca di eventuali filmati di telecamere, anche private nella zona, e la ricerca è stata affidata ai carabinieri di Malnate.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.