“Bene per la nuova sede dell’Asl”

La soddisfazione dell’ex sindaco che racconta di come venne pianificato il progetto con il direttore dell’Asl: “Senza necessità di presunti scoop di Consiglieri Comunali”

Leggo con vero piacere l’annuncio del Dott. Pierluigi Zeli, Direttore Generale dell’ASL di Varese, che l’Azienda ha inserito nel proprio programma triennale degli investimenti 2012-14 l’intervento di ristrutturazione, ampliamento messa in sicurezza ed adeguamento funzionale ed impiantistico dell’edificio di proprietà aziendale di via Fiume per concentravi gli ora dispersi servizi somministrati dall’ASL stessa.
Finalmente l’ASL avrà a Saronno, a beneficio dei suoi cittadini e di quelli del Distretto, una sede moderna, funzionale e ben collocata. Ricordo bene quando, nel 2007, in un proficuo incontro a Villa Gianetti con il Dott. Zeli e l’allora Assessore Provinciale ed ora Consigliere Regionale Dott. Rienzo Azzi, io stesso ebbi modo di suggerire e proporre questa soluzione.
Il Dott. Zeli incaricò immediatamente i suoi tecnici di studiarne la fattibilità, che fu confermata con un progetto di massima nel 2008. Purtroppo, difficoltà burocratiche (la permuta di proprietà di alcuni immobili tra ASL e Azienda Ospedaliera, previa autorizzazione regionale) ha rallentato la realizzazione dell’idea, che ora sembra prendere corpo, in quanto già finanziata.
 
Una bella occasione per gli utenti dei servizi dell’ASL e per la città di Saronno, che peraltro, come emerse già nell’incontro del 2007 ed è stata ribadita nel 2010 dalla Commissaria Straordinaria, metterà a disposizione un terreno di sua proprietà, acquistato nel 2001, di fronte all’attuale ex dispensario di Via Fiume, per la realizzazione di un comodo parcheggio a dotazione della rinnovata struttura.
Nel complimentarmi con il Dott. Zeli, che in questo progetto ha creduto e che vi ha profuso impegno e mezzi, saluto questo evento come esempio rimarchevole di buona collaborazione tra diverse Amministrazioni, fatta in modo lungimirante ed attento alle ricadute positive per i cittadini. Ora non resta che attendere l’inizio dei lavori; senza necessità di presunti scoop di Consiglieri Comunali di precaria maggioranza che, evidentemente, negli anni scorsi, quand’erano all’opposizione, pensavano ad altro e non si erano accorti di nulla, mentre le Amministrazioni serie, senza pubblicità, lavoravano per trovare la soluzione giusta.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.