Blitz nel “fortino dello spaccio” di via Degli Orti

I carabinieri hanno fatto irruzione all'alba per arrestare gli spacciatori, dopo un lungo lavoro per individuare gli appartamenti all'interno dell'enorme residence. Sequestrati 2,5 chili di droga, un SUV e un'Audi

Blitz dei carabinieri nel fortino della droga di via Degli Orti a Pero, all’interno di un noto residence: alle prime luci dell’alba di sabato i carabinieri della compagnia di Rho guidata dal capitano Luca Necci hanno fatto irruzione nel complesso, arrestando sette presunti spacciatori e sequestrando 2,5 chili di droga e due auto di lusso.

L’operazione è stato il frutto di un paziente e certosino di lavoro di osservazione, iniziato alcuni giorni prima e conseguenza degli spunti investigativi promananti sia dai servizi di controllo del territorio che dalle segnalazioni di alcuni cittadini residenti nella zona. Da tempo infatti il residence era attentamente monitorato a causa dei continui movimenti sospetti – da parte soprattutto di giovani e noti consumatori – riconducibili ad un rilevante spaccio di stupefacenti.
Un’attività che era valsa alla struttura la nome a di vero e proprio fortino della droga: il problema che si poneva per gli investigatori era di circoscrivere le centinaia di molocali e box presenti nel residence, individuando le basi logistiche del traffico. Ed a questo sono serviti i servizi di osservazione attivati da circa una settimana dai Carabinieri di Pero, che riuscivano ad individuare due appartamenti situati al terzo piano, nei cui pressi si concentrava gran parte del movimento.

Nella notte di sabato è stato deciso l’intervento: con l’ausilio delle scale mobili dei Vigili del Fuoco di Rho, i militari hanno fatto irruzione all’interno dei due monolocali, sorprendendo ancora nel sonno gli occupanti. Sui tavoli e nei cassetti dei mobili è stato subito recuperato un rilevante quantitativo di droga, oltre a tre bilancini di precisione e circa 15mila Euro derivanti dall’attività di spaccio. Trovato un mazzo di chiavi, gli investigatori hanno raggiunto il seminterrato della struttura e dopo aver effettuato un centinaio di tentativi sono riusciti finalmente ad aprire due box. All’interno dei medesimi, occultati dietro le scaffalature, veniva trovato e sequestrato il grosso del quantitativo: un totale di 1,5 Kg. di cocaina (suddivisi in 18 involucri in cellophane) ed un altro Kg. di eroina (suddivisa in due panetti).

Per i sette occupanti – R.B., 25 anni, E.C., 27 anni, E.N., 20 anni, S.M., 25 anni, S.Y., 23 anni, N.C., 27 anni, ed Y.H., 23 anni – tutti marocchini, nullafacenti, clandestini e con precedenti specifici, scattava l’arresto per detenzione illecita e spaccio di sostanze stupefacenti.
Nell’ambito dell’operazione venivano sequestrate anche due autovetture – una Volkswagen Touareg ed un’Audi A/3 – di cui gli arrestati si servivano abitualmente per rifornirsi e spacciare la droga. I sette si trovano ora nel carcere di San Vittore.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.