Bonomi: “Malpensa cresce, ma meno del 2010″

Il presidente di Sea interviene all'assemblea dei Lions allo Sheraton dell'aeroporto. Parla delle prospettive dello scalo e del mercato del traffico aereo in evoluzione

«Malpensa ha ricominciato a crescere nella piena concorrenza tra compagnie aeree». GiuseppeBonomi, presidente di SEA, è convinto delle potenzialità di Malpensa, nonostante le dure prove affrontate in questi anni successivi al dehubbing di Alitalia («un evento ormai archiviato nella memoria. Bonomi è intervenuto all’assemblea del Distretto Lions 108, dentro al grande hotel Sheraton che sorge dentro all’aeroporto, di fronte al Terminal 1. Un intervento per ripercorrere la storia dello scalo e parlare delle sfide dei mesi che verranno: domenica 29 ottobre entra in vigore l’orario winter, con la "ritirata" di Lufthansa Italia. «Ci stiamo avvicinando ad una nuova fase recessiva simile a quella del 2008/2009: i dati dell’ultimasemestrale sono più alti della media di altri aeroporti europei, ma è certamente più basso rispetto allo stesso periodo del 2011» ha spiegato, illustrando l’evoluzione del mercato con l’avanzata delle low-cost («Ma l’indice di penetrazione in Italia è più basso che altrove: 36% contro il 40% dell’Europa. Il Regno Unito è già oltre il 50%»). Per Bonomi Malpensa «dal punto di vista infrastrutturale e della domanda può essere considerata un competitor degli hub», che in Europa sono solo 4-5 (Francoforte, Amsterdam, Parigi, Monaco di Baviera e Madrid).

Non è mancato anche un riferimento al Master Plan presentato da Sea ad Enac e oggi sottoposto al vaglio del Ministero dell’Ambiente. «Il Master Plan è un piano che serve per immaginare la crescita su un arco medio-lungo. Nel mercato vince l’aeroporto che è più competitivo e ha più possibilità di attrarre le compagnie aeree». Legato al Master Plan, anche il tema dell’inserimento dell’aeroporto nel territorio, che rimane caldo, come ha ricordato anche l’intervento del sindaco di Gallarate Edoardo Guenzani, che in apertura di assemblea ha parlato di «un ambiente "violentato" da alcune infrastrutture che pure sono necessarie», ricordando che «i cittadini non sono contrari a Malpensa, chiedono solo attenzione all’ambiente». Ai giornalisti che hanno chiesto un commento sulla richiesta di integrazione della documentazione venuta dal Ministero dell’Ambiente, Bonomi ha risposto che si tratta di «una non-notizia», un semplice passaggio all’interno della procedura

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.