Bresciani loda Bergamaschi: “Fu solo un fraintendimento”

L'assessore regionale alla sanità, in visita all'ospedale, torna sulle tensioni vissute il mese scorso e esprime apprezzamento per l'operato del direttore generale

«Il direttore Bergamaschi ha la massima autonomia. C’è stato solo un fraintendimento su quell’1% di budget da tagliare perchè non riguardava il personale». È ormai lontana la tempesta che ha travolto il mese scorso l’ospedale di Varese dove si erano vissuti momenti molto tesi a causa dei tagli imposti dalla Regione. L’assessore regionale Luciano Bresciani, giunto a Varese per l’incontro sul progetto di telemedicina, ha minimizzato le polemiche del mese scorso e ha ribadito la sua piena fiducia nel direttore generale dell’azienda ospedaliera Walter Bergamaschi:" Rimarrà almeno altri dieci anni. Non potevamo scegliere persona migliore…»

L’ipotesi ventilata all’interno di una riunione tenuta dal direttore Bergamaschi con primari e caposala è ormai un lontano ricordo. Nessun posto di lavoro sarà sacrificato entro fine anno e nemmeno i premi promessi ai dipendenti verranno limati.

La politica di sacrifici annunciata dalla Regione porterà, dal prossimo anno, a un cambiamento importante dell’assistenza con una netta differenza tra assistenza per acuti in ospedale, cura dei malati ormai stabilizzati (attualmente il 37% degli ospedalizzati) in letti subacuti ( a Luino e a Cuasso ne apriranno 20 a novembre ) e malati cronici da seguire a casa secondo la politica dei "creg" , oggi molto osteggiata da alcune sigle sindacali dei medici di medicina generale per i possibili risvolti pratici. Saranno proprio i  sistemi tecnologici di telemedicina ad aiutare lo sviluppo di un’assistenza che permetta al paziente di rimanere nel suo ambiente famigliare, con i grandi vantaggi psicologici anessi". E su Cuasso e Ponte del Sorriso torna a splendere il sereno? "La questione è legata non alla sede ma alla funzione – precisa senza entrare nel dettaglio Bresciani – perchè andiamo verso divisioni di presidi per funzioni».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.