Castellanza vola nella notte delle streghe

Torna Ballardini e le neroverdi centrano la terza vittoria, regolando in tre set Vigolzone. Male tutte le altre: Tradate perde i pezzi, Villa Cortese non passa a Collecchio, Cislago ko in casa

“Abbiamo fatto sparire il Vigolzone” commenta coach Giordano Maiocchi dopo la sfida con la Rolleri, ed è una vera magia quella compiuta da Castellanza nella… notte delle streghe: terza vittoria consecutiva per le neroverdi, che restano a un punto dalla vetta del girone A di B1. È peraltro l’unica notizia positiva di un fine settimana che fa registrare il crollo di Tradate (0-3 a Lucca), dopo l’addio di Arioli, e le sconfitte di Villa Cortese (1-3 in rimonta a Collecchio) e Orago. Non vanno meglio le cose in serie B2: la capolista Pinerolo travolge la Yamamay, Cislago cade in casa contro Collegno e Legnano non ha scampo a Brembate.

Gobbo Allestimenti Castellanza-Rolleri Vigolzone 3-0 (25-22, 28-26, 25-22) – Spettacolo al PalaBorsani con le “streghe” che, al loro meglio, superano Vigolzone in tre set tiratissimi. Senza Vigato, coach Maiocchi recupera in extremis Ballardini che fa sentire la sua presenza con 13 punti. Ottima anche la prova di Cagnoni e Citterio. Castellanza forza subito la battuta e parte bene nel primo set (8-5), ma Vigolzone trova l’aggancio e il sorpasso sul 14-16. Si gioca punto a punto, dopo una serie di scambi lunghissimi le padrone di casa piazzano il break e dal 21-20 passano 23-20 per poi chiudere 25-22. Ancora più teso il secondo set: Vigolzone conduce 6-8 e 14-16, Castellanza si riavvicina sul 20-21 ma il primo set point è delle emiliane. Poi però la situazione si ribalta e sono le neroverdi a vedersi annullare tre chance, sfruttando infine la quarta sul 28-26. Nel terzo set il compito di Rizzelli e compagne è più facile: dopo il primo time out tecnico (8-6) Castellanza si stacca e conduce 16-13, gestendo il vantaggio sul 21-17. Vigolzone prova a far paura nel finale, annullando quattro match point, ma ci pensa Angeli a chiudere sul 25-22.
CASTELLANZA: Rizzelli 3, Cagnoni 13, Moraghi 6, Trezzi 8, Angeli 9, Ballardini 13, Citterio (L). N.e. Rossetti, Sala, Vigato, Costantini. All. Maiocchi.

Stem Parma Ascensori-GSO Villa Cortese 3-1 (21-25, 25-16, 25-20, 25-16) – Senza fortuna la trasferta di Villa Cortese a Collecchio, malgrado gli “straordinari” di Perinelli, Sylla, Danesi e Figini che si erano già sobbarcate la trasferta a Urbino del giorno precedente con la prima squadra. Inizia bene la formazione di Galimberti, che si presenta con Mazzola nel ruolo di libero e la coppia Danesi-Figini al centro; Villa Cortese va sotto 8-3 e 16-14, ma dal 21-18 con la battuta di Costenaro piazza un break letale di 0-7, chiuso dal primo tempo di Danesi. Poi, però, l’esperta squadra emiliana prende rapidamente il comando: dominato il secondo set (8-3, 16-10, 22-12), nel terzo Villa risale dal 16-10 al 19-16 ma Kotlar chiude sul 25-20. Il quarto set inizia malissimo per le ospiti (8-1) che nonostante gli ingressi di Dall’Ara, Costenaro e Ferrara non riescono più a recuperare.
VILLA: Di Pinto, Sylla 5, Figini 6, Danesi 2, Bordignon 4, Perinelli 20, Mazzola (L), Dall’Ara, Costenaro 3, Ferrara 4. N.e. Parrocchiale (L). All. Galimberti.

Volley Delta Luk Massarosa-Grima Tradate 3-0 (25-14, 27-25, 25-20) – Due passi indietro per Tradate che in settimana ha fatto i conti con l’ennesimo addio della stagione: dopo Perego e Meoni, via anche Arioli (si attendono news dal mercato). Priva anche dell’influenzata Moda, la squadra di Greco praticamente non scende in campo nel primo set e incassa un secco 25-14 senza neppure un errore delle avversarie. Le varesine si scuotono solo a metà del secondo set: prima risalendo dal 16-12 e andando al sorpasso sul 20-21, poi recuperando dal 24-21 al 24-24. Il punto a punto finale, però, non premia Sghedoni e compagne, che devono arrendersi ai vantaggi sul 27-25. Tradate non smette di lottare, ma anche nel terzo set è sempre costretta a inseguire e non riesce a riaprire la partita, arrendendosi sul 25-21. Da segnalare che a partita in corso anche Perinetto è stata costretta a uscire per una pallonata al volto, sostituita dal secondo libero Brogliato. Alessandro Greco però non cerca alibi: “Abbiamo commesso troppi errori – commenta il coach – e non siamo riusciti a fare quello che ci eravamo detti in settimana”.
TRADATE: Sghedoni 1, Massara 4, Perinetto 6, Fasoli 12, Arnoldi 12, Causevic 12, Garzonio (L), Volpi, Brogliato. N.e. Cortellezzi. All. Greco.

Atomat Udine-Progetto Volley Orago 3-1 (25-10, 25-11, 19-25, 25-11) – Resta sola all’ultimo posto della classifica Orago dopo l’interminabile trasferta a Udine. A ostacolare le baby varesine ci si mette pure la sfortuna, con un incidente domestico che mette fuori gioco la regista Ruben (5 punti di sutura), sostituita da Cerri. L’equilibrio si spezza subito: dal 6-6 del primo set le friulane vanno in fuga e per Orago è notte fonda. Meglio il secondo set, in cui Colombo e compagne partono bene e resistono fino al 10-10; qui però finisce la lotta e le padrone di casa mettono in croce la ricezione avversaria, infilando addirittura un parziale di 15-1. Nel terzo set finalmente Orago entra in partita: buon inizio con 4 punti di vantaggio, Udine si rimette in scia (16-18) ma le ospiti resistono e riescono a chiudere 19-25. Il quarto set però è nuovamente a senso unico, e l’8-1 iniziale si rivela irrecuperabile.
ORAGO: Cerri 1, Bottino 7, Filippin 8, D.Peonia 5, Colombo 11, Garbarini 6, Ardo (L), Gamba 2, Castiglioni, Redaelli. All. Bosetti.

Girone A – Risultati e classifica
Girone B – Classifica: Breganze, Padova 9; Flero 8; Cerea, Udine 6; Saonara 5; Cadelbosco, Campagnola, Foppapedretti, Forlì, San Donà, Porcia 3; Rimini 2; ORAGO 0.

B2 FEMMINILE – Bilancio in rosso per tutte le squadre della zona. Il Cistellum Cislago incassa la prima sconfitta stagionale in casa contro Collegno, arrendendosi per 1-3 (18-25, 20-25, 25-20, 19-25): i campanelli d’allarme avevano suonato anche nelle scorse settimane, questa volta però i nodi vengono al pettine e la squadra di Carnelli cede nettamente il primo e il quarto set, riaprendo il match solo nella fase centrale. Troppo poco così, così come non basta la generosità della Yamamay Pro Patria a impensierire la capolista Pinerolo, che si impone con un secco 3-0 (25-17, 25-22, 25-17): primo set a senso unico (16-10, 22-16), mentre nel secondo le padrone di casa si complicano al vita da sole, facendosi recuperare dal 16-11 al 18-19, ma al momento giusto fanno la differenza (22-20). Terzo set sulla falsariga del primo: la Yamamay resta in scia fino all’8-7, poi va sotto 16-12 e si arrende a quota 14. Non va meglio alla Focol Legnano, alla terza sconfitta in tre giornate: questa volta la giovane squadra di Annalisa Zanellati non entra mai in partita e il 3-0 subito a Brembate con parziali molto netti (25-19, 25-13, 25-14) è sintomo di una serata da dimenticare. Anche per il prossimo turno il calendario non è propizio: la Yamamay ospita Mondovì, Cislago va in trasferta a Trecate e a Legnano arrivano le vicentine di Montecchio.

Girone A – Risultati e classifica
Girone C – Classifica: Meda 9; Trento, Bolzano 8; Monticelli 7; Brembate 6; Rovereto 5; Desio, Trescore, Montecchio 4; Brescia, Volta Mantovana 3; San Vitale 2; LEGNANO, Aspes Cus 0.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 31 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.