Chiara giovani, ha vinto l’amore

I nomi e le foto dei vincitori del celebre concorso letterario che si è tenuto al Chiostro di Voltorre

chiara giovaniHa vinto un giovane comasco il "Premio Chiara giovani", kermesse letteraria dedicata a scrittori in erba che quest’anno aveva come tema l’amore.

Galleria fotografica

Chiara giovani, i vincitori 4 di 11

A portarsi a casa il riconoscimento, questo pomeriggio al Chiostro di Voltorre è stato Filippo Bozzoli da Merone, provincia di Como. Secondo classificato Mattia Bertoldi, di Montagnola, Canton Ticino. Terza Alessandra La manna, di Arcisate. Quarti classificati a pari merito Federica Belli di Rancio Valcuvia, Alberto Ferrario di Gavirate, Alessandra Buccella di Varese e Tommaso Pietri di Gazzada Schianto. 

Il vincitore comasco si è aggiudicato il premio per la seconda volta, la prima fu nel 2008. Per gli altri, soprattutto per i quattro giovani arrivati a parimerito al quarto posto, si è trattato di un’esperienza nuova nel mondo delle sfide letterarie. Emozionati, alcuni quasi impreparati al “successo”, sono sfilati davanti a un pubblico nutrito. Pubblico che ha ascoltato con attenzione e in silenzio la lettura di ampi stralci dei brani vincitori fatta dall’attore varesino Andrea Gosetti.
Il tema, come si diceva, “Amore mio” non era semplice da sviluppare. Facile cadere nell’ovvietà e nella banalità ma gli scrittori in erba, tra i 15 e i 25 anni, non sono caduti nella trappola. Anzi. I 34 racconti giunti in finale, frutto di una “scrematura” di quasi 300 scritti giunti al Chiara Giovani, lasciano poco spazio all’amore “classico” quello assoluto che gli adolescenti hanno il diritto di sognare.  Si parla invece di amori sofferti, a volte senza speranza. Una sorpresa, che fa riflettere su come le nuove generazioni “leggano” la realtà.
Il terremoto dell’Aquila che cancella l’amore di un uomo folle che attende invano la sua amata, la nuova vita di una giovane donna fuggita su un barcone dall’Albania…insomma storie dolorose, storie tormentate.
In molti, solo qualche giorno fa andavano ripetendo “Siate affamati, siate folli”. Questi ragazzi danno l’impressione di essere affamati e un po’ folli. Si sono messi alla prova e solcano strade non semplici. Quelle della letteratura.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 ottobre 2011
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Chiara giovani, i vincitori 4 di 11

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.