Cinghiali, Longoni cerca una soluzione definitiva

Il consigliere regionale leghista si schiera al fianco degli agricoltori e lancia un appello: "Il raccolto di mais 2011 è eccezionale, non permetteremo ai cinghiali di rovinarlo"

"Il problema cinghiali è diventato emergenza per l’agricoltura delle nostre valli. Mi impegnerò personalmente affinché il tavolo di lavoro lanciato a settembre dall’assessorato all’Agricoltura di Regione Lombardia trovi una soluzione immediata che tuteli i nostri agricoltori, sia in tema di abbattimento controllato dei capi, come annunciato dalla Provincia, che di protezione dei raccolti e, soprattutto, del risarcimento di danni finora subiti, secondo forme moderne e adeguate alla situazione”. L’appello è stato lanciato dal consigliere leghista Giangiacomo Longoni, di fronte al perdurare della presenza di cinghiali nelle valli varesine e dei danni che questi arrecano alle coltivazioni di mais.

“Non possiamo permetterci che la straordinaria raccolta di mais che si prospetta grazie al perdurare delle buone condizioni climatiche venga minacciata dai danni provocati dal popolamento incontrollato dei cinghiali selvatici nel nostro territorio e, soprattutto, sui nostri campi coltivati. La produttività di mais di quest’anno, come non se ne vede da tempo, rappresenterebbe, infatti, una boccata d’ossigeno per l’intero settore. Per questo motivo urge un intervento finalmente risolutore”. “La Lega Nord non si dimentica dei suoi contadini e delle risorse della sua terra. Per questo motivo mi prendo la responsabilità di scendere in campo in prima persona, favorendo l’intervento di Regione Lombardia nella gestione dell’emergenza e la sintonia tra il lavoro delle istituzioni locali e gli operatori”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.