“Come non perdere il treno” a teatro

Un incontro per parlare di reti di trasporto ferroviario e prospettive socioeconomiche nel Ticino al Teatro Sociale di Bellinzona lunedì 17 ottobre

Lunedì 17 ottobre  alle 20.45 al Teatro Sociale di Bellinzona si svolgerà il primo incontro della rassegna “I lunedì del Sociale”: un dibattito dal titolo “Come non perdere il treno. Reti di trasporto ferroviarie e prospettive socioeconomiche nel Ticino”, organizzato dall’Associazione “Giù le mani” nell’ambito del programma tematico “La fabbrica incerta”, scaturito dalla collaborazione con il Circolo del cinema di Bellinzona, la Fondazione Pellegrini-Canevascini e il Teatro Sociale Bellinzona. L’appuntamento di lunedì 17 intende costituire un momento di scambio e approfondimento attorno ad un importante progetto cantonale – il centro di competenze che scaturirà dalle Officine FFS di Bellinzona – nelle sue varie componenti, ma anche secondo il punto di vista dei diversi partner in causa: i politici, i tecnici, i protagonisti della proposta e alcuni dei rappresentanti dei territori direttamente coinvolti. Alla discussione, moderata da Fabrizio Fazioli, prenderanno infatti parte il giornalista Sergio Agustoni, la consigliera nazionale Marina Carobbio, il direttore della Divisione economia del DFE Arnoldo Coduri, il sindaco di Biasca Jean-François Dominé, il presidente dell’associazione “Giù le mani dall’Officina” Gianni Frizzo, l’economista Christian Marazzi e il sindaco di Bellinzona Brenno Martignoni. Con “I lunedì del Sociale” il Teatro cittadino continuerà a proporre su tutto l’arco della stagione incontri, conferenze e dibattiti a ingresso libero in collaborazione con diversi partner attivi sul territorio: occasioni diverse per interrogarsi, conoscere e discutere dei temi più svariati, dal locale al globale, dalla letteratura alla scienza, dal passato al futuro, sempre facendo capo ad autorevoli personalità nelle rispettive discipline.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 ottobre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.